Cronaca

Trattative per gli F-35

domenica 9 gennaio 2022 Servizio ripreso da Sputnik Italia Foto: Startmag

ISTANBUL - "I negoziati con gli Stati Uniti continuano. Nei prossimi giorni si svolgerà negli Stati Uniti un incontro sugli F-35, sono in corso i preparativi", ha affermato il generale Hulusi Akar, citato dall'agenzia di stampa Anadolu.
Ankara si era precedentemente impegnata ad acquistare 100 caccia F-35 di quinta generazione. Il memorandum congiunto sugli F-35 è stato firmato dalla Turchia nel gennaio 2007 e firmato con i sette partner del progetto F-35: Regno Unito, Italia, Paesi Bassi, Australia, Danimarca, Canada e Norvegia. Successivamente la Turchia è stata esclusa dal programma per aver acquistato dalla Russia i sistemi antiaerei S-400.
Washington ritiene che i sistemi antiaerei russi potrebbero essere utilizzati per raccogliere informazioni segrete sui sistemi di difesa dei suoi jet F-35 e si oppone all'uso di questo armamento russo tra i membri della Nato. Gli Stati Uniti hanno chiesto ad Ankara di rinunciare al contratto con la parte russa, proponendo in cambio di acquistare i sistemi Patriot statunitensi. Inoltre hanno minacciato di ritardare o sopprimere la vendita ad Ankara dei nuovi caccia F-35, oltre a imporre sanzioni in base al disegno di legge statunitense Caatsa.
Nel dicembre 2020, l'amministrazione Trump uscente aveva applicato quella legge e ha sanzionato le industrie della difesa turche ed i loro manager di primo piano. La mossa aveva messo a dura prova le relazioni tra Washington e Ankara, ma la parte turca ha rifiutato di cambiare la sua linea. L'acquisizione da parte della Turchia degli S-400 non era stata una decisione ma una necessità, poiché l'obiettivo principale di Ankara è quello di garantire la sicurezza del popolo turco, così il ministro della Difesa turco si è schierato con la decisione turca.
"Non è stata una decisione ma una necessità. È un sistema che non toccherà nessuno se non ci saranno attacchi o minacce. La nostra priorità è la sicurezza del nostro Paese, di 84 milioni di persone", ha spiegato il generale.
Nell'agosto 2021, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva espresso la sua convinzione che la Turchia acquisirà un altro lotto di S-400.