Cronaca

Can Dundar condannato a 27 anni

martedì 23 dicembre 2020 Servizio ripreso da la Repubblica Foto la repubblica

ISTANBUL - L'ex direttore del quotidiano turco Cumhuriyet, Can Dundar, è stato condannato in secondo grado a 27 anni e sei mesi in contumacia, con l'accusa di spionaggio e sostegno ad organizzazione terroristica. Il giornalista era stato condannato a 5 anni e 10 mesi in primo grado.
Dundar, che dal 2016 vive in Germania, è finito sotto processo dopo che Cumhuriyet ha pubblicato nel 2015 le immagini di un tir dei servizi segreti turchi che stavano consegnando armi a gruppi islamisti in Siria.
La sentenza ha stabilito 18 anni e 9 mesi per "rivelazione di informazioni riservate a scopo di spionaggio" e 8 anni e 9 mesi per "sostegno all'organizzazione terroristica" del magnate e imam Fethullah Gulen, che Ankara accusa del fallito colpo di stato del 15 luglio 2016.
All'epoca dello scoop sul tir carico di armi dei servizi segreti inviato in Siria, alla vigilia delle elezioni del giugno 2015, il presidente Recep Tayyip Erdogan minacciò il giornalista che avrebbe pagato un "caro prezzo". Tra il 2015 e il 2016, mentre era direttore di Cumhuriyet, il reporter era stato detenuto per 92 giorni insieme al caporedattore di Ankara del suo quotidiano di opposizione laica, Erdem Gul.
La  Corte costituzionale aveva deciso il loro rilascio dopo aver riscontrato una violazione della loro libertà personale e della libertà di stampa. Dundar fuggì in Germania alla vigilia del putsch del 2016 ed è da tempo destinatario di un mandato d'arresto in Turchia, che ne ha chiesto l'estradizione a Berlino. Lo scorso ottobre un tribunale locale ne aveva inoltre confiscato i beni e congelato i conti bancari in Turchia.