Cronaca

2° reggimento di S-400

martedì 26 agosto 2020 Servizio ripreso da Sputnik Foto: Artyom Zhitnev/Sputnik

ISTANBUL - La Russia e la Turchia hanno firmato un contratto per la fornitura del secondo reggimento di sistemi di difesa aerea S-400 ad Ankara. Ora le parti stanno discutendo le questioni del finanziamento, ha detto ai giornalisti il ​​direttore generale di Rosoboronexport, Alexander Mikheev, durante il forum Armya-2020.
"Il contratto è stato firmato, stiamo attualmente discutendo il modello finanziario per l'esecuzione di questo contratto con i nostri partner", ha detto, rispondendo a una domanda di un giornalista.
Come affermato dal capo della segreteria dell'industria della difesa turca Ismail Demir, Mosca e Ankara hanno raggiunto un accordo di principio sulla fornitura del secondo lotto di S-400.
Questo accordo ha causato malcontento a Washington, che ha chiesto di rinunciare alle armi russe e di acquistare invece i complessi di difesa aerea americani Patriot, minacciando di ritardare o addirittura annullare la vendita dei caccia F-35 turchi, oltre a imporre sanzioni in conformità con il CAATSA (Countering America’s Adversaries Through Sanctions Act). Ankara ha rifiutato di fare concessioni e ha continuato i negoziati su un lotto aggiuntivo di S-400. L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump deve ancora concretizzare la sua minaccia d'imporre sanzioni alla Turchia.
Gli Stati Uniti inoltre si sono impegnati in una campagna di pressioni contro l'India per l'acquisto di S-400 e altri sistemi d'arma dalla Russia.