Cronaca

Esercitazioni aeronavali nel Mediterraneo

lunedì 24 agosto 2020 Servizio riprso da Sputnik Foto: AP Photo/Seican Hacaoglu

ISTANBUL -  Le forze aeree e navali turche hanno condotto esercitazioni congiunte nel Mar Egeo, ha detto il ministero della Difesa del paese durante le recenti discussioni con la vicina Grecia per gli idrocarburi.
Aerei da combattimento F-16 hanno preso parte alle esercitazioni insieme alle navi da guerra per "migliorare, mantenere e migliorare la capacità operativa delle operazioni interforze congiunte", ha pubblicato il ministero su Twitter.
La notizia è arrivata mentre la Turchia e la Grecia, entrambi membri della Nato dal 1952, sono arrivati ai ferri corti per l'esplorazione di gas e petrolio nel Mar Mediterraneo orientale e un giorno dopo che la Turchia ha dichiarato la scoperta di grandi giacimento di gas nel Mar Nero, qualcosa che il portavoce del presidente Recep Tayyip Erdogan, Ibrahim Kalin, ha indicato come "solo l'inizio".
“Il lavoro per l'esplorazione e la perforazione continuerà allo stesso tempo. Siamo molto fiduciosi che porterà ad altri giacimenti nella stessa area ", ha commentato le vaste scoperte di gas che la Turchia ha effettuato nelle sue acque territoriali.
Due settimane fa, Ankara ha inviato una nave da ricerca scortata da una nave da guerra per monitorare le acque in cui la Grecia rivendica i diritti esclusivi sul fondo marino sottostante. In risposta, Atene ha inviato le proprie navi da guerra sul luogo, mettendo i suoi militari in massima allerta. Anche la Francia, che è stata in contrasto con i turchi per le loro operazioni in Libia, si è inserita nella, inviando navi da guerra e aerei per effettuare esercitazioni congiunte con i greci.
I funzionari greci hanno detto venerdì che gli Emirati Arabi Uniti invieranno anche aerei da combattimento nell'isola greca meridionale di Creta per l'addestramento congiunto la prossima settimana.
Il rapporto Grecia-Turchia è stato quasi sempre teso, con i due che si sono trovati sull'orlo di una situazione di stallo militare almeno tre volte dalla metà degli anni '70, inclusa una volta sui diritti di perforazione nel Mar Egeo che separa i due vicini.