Cronaca

Covud-19: Si lavora per la riapertura a giugno

lunedì 4 maggio 2020 Notizia ripresa da AnsaMed Foto: AnsaMed

ISTANBUL - A quasi due mesi dal primo caso registrato di Covid-19, la Turchia comincia a pianificare un ritorno alla "normalità" da giugno. Dopo la conclusione alla mezzanotte scorsa del quarto fine settimane di coprifuoco totale consecutivo, il presidente Recep Tayyip Erdogan tornerà a riunire oggi in videoconferenza il suo gabinetto per discutere delle nuove misure.
Se l'estensione del lockdown è già stata anticipata anche per i weekend di maggio, senza tuttavia bloccare le attività durante i giorni feriali, Ankara prevede dal mese prossimo una ripartenza dei settori bloccati per dare respiro a un'economia su cui l'emergenza sanitaria sta pesando fortemente, con la lira turca crollata ai minimi contro il dollaro dalla crisi valutaria del 2018.
Da giugno dovrebbe riprenderà con nuove misure di distanziamento e prevenzione il turismo, con la riapertura di hotel e musei e gli eventi culturali all'aperto. Sembra invece improbabile riuscire a salvare le tradizionali vacanze di fine Ramadan, che cadono l'ultima settimana di maggio. Il mese prossimo è attesa anche la ripresa dei voli della Turkish Airlines, attualmente sospesi fino al 28 maggio. Anche le moschee e i centri commerciali riapriranno a inizio giugno.
Possibile invece un allentamento già nei prossimi giorni del confinamento casalingo imposto agli over 65 dallo scorso 21 marzo, offrendo una finestra oraria per le loro uscite. Le altre categorie in lockdwon permanente sono i malati cronici e gli under 20.