Cronaca

Pattuglia congiunta

domenica 15 marzo 2020 Servizio ripreso da Sputnik Foto: Mikhall Alaeddin/Sputnik

ISTANBUL - La situazione nella Siria settentrionale si è recentemente calmata, dopo che Mosca e Ankara hanno raggiunto un cessate il fuoco, sospendendo gli scontri tra le forze siriane e le truppe turche e militanti appoggiati dalla Turchia.
Lungo l'autostrada M4 dall'insediamento di Trumba all'insediamento di Ain-al-Havr inizierà un pattugliamento congiunto Russia-Turchia, conferma il ministero della Difesa russo domenica.
Le pattuglie fanno parte di un accordo, negoziato dal presidente russo Vladimir Putin e dal suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan durante il loro recente incontro a Mosca. L'accordo prevede la creazione di un corridoio di sicurezza che corre sei chilometri (3.7 miglia) a nord e a sud dell'autostrada M4 che collega Latakia a Saraqib.
Tuttavia, secondo il Ministero della Difesa russo, il percorso è stato abbreviato a causa delle provocazioni dei militanti radicali, poiché i terroristi usavano i civili come scudi umani contro la pattuglia.
La recente escalation e il cessate il fuoco
I presidenti hanno dovuto tenere colloqui dopo un'escalation a Idlib, dove Ankara e Damasco si sono scontrati all'inizio di questo mese.
Il conflitto tra le forze siriane e le forze armate turche è scoppiato dopo che l'esercito siriano ha effettuato un attacco contro i militanti di Tahrir al-Sham a Idlib, uccidendo 36 soldati turchi, schierati vicino ai terroristi. Per rappresaglia, la Turchia ha attaccato l'esercito siriano, sostenendo che i propri attacchi hanno "neutralizzato" circa 300 unità siriane e veicoli militari.
Ieri il pattugliamento congiunto è avvenuto sull'autostrada M5.