Cronaca

La visita a sorpresa...

martedì 25 dicembre 2019 Servizio ripreso da rai News Foto:

ROMA - Natale di lavoro per la diplomazia internazionale impegnata a dirimere la complicata vicenda libica. Sul fronte italiano, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, questa mattina ha sentito al telefono il suo collega russo, Sergey Lavrov.
A quanto si apprende, il tema della Libia è stato al centro del colloquio, avvenuto intorno alle 7.30. I due ministri hanno discusso dei prossimi passi in vista della conferenza di Berlino. Ieri pomeriggio, invece, Di Maio ha sentito il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, per fare il punto sulla situazione libica e per confrontarsi sulle soluzioni possibili per evitare il conflitto armato. Intanto, proprio il presidente turco, Tayyip Recep Erdogan, è arrivato questa mattina a Tunisi per una visita non annunciata, ma che ha in programma colloqui con il collega tunisino, Kais Saied.
Lo ha riferito la presidenza turca, come riporta l'agenzia Anadolu. I temi in agenda non sono stati specificati, ma appare scontato che si discuta del conflitto interno in Libia che vede Ankara schierata anche militarmente a sostegno del premier, Fayez al Serraj, contro l'uomo forte della Cirenaica, Khalifa Haftar. Lo dimostra anche la composizione della delegazione, formata dal ministro degli Esteri, Mevlut Cavusoglu, da quello della Difesa, Hulusi Akar, dal capo dell'intelligence, Akan Fidan e dal direttore delle comunicazioni della presidenza turca, Fahrettin Altun. Il presidente turco Tayyip Recep Erdogan ha discusso i possibili passi per un cessate il fuoco in Libia con il suo omologo tunisino, Kais Saied. Lo riporta la Reuters.