Cronaca

Avremo i missili russi

lunedì 24 giugno 2019 Servizio ripreso da agenzia Ansa Foto: Agenzia Ansa

ISTANBUL - "A prescindere da qualsiasi sanzione possa esserci, da qualsiasi messaggio giunga dall'America, ormai abbiamo comprato" i missili russi S-400.
Lo ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, dopo la minaccia di sanzioni da parte degli Usa se entro il 31 luglio Ankara non farà un passo indietro sui missili, che Washington ritiene una minaccia per i sistemi Nato e i suoi jet F-35. Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha ribadito la settimana scorsa che si tratta di un'operazione conclusa e che la consegna della prima batteria di S-400 è prevista entro metà luglio, spiegando di voler usare i suoi "buoni" rapporti con Donald Trump al G20 in Giappone per convincerlo a non sanzionare Ankara. "Se domani ci fosse un attacco alla Turchia, non potremmo aspettarci che basti la Nato a difenderci, perché i sistemi Nato proteggono solo il 30% dello spazio aereo turco", ha aggiunto Cavusoglu per giustificare la necessità dei missili di Mosca.