Cronaca

MHP: rottura dell'alleanza

23 ottobre 2018 Askanews/Afp Foto: Askanews

ISTANBUL - Il leader del principale partito nazionalista turco ha annunciato la rottura delle sua alleanza elettorale con il partito di Governo del presidente Recep Tayyip Erdogan per un dissenso su una proposta di amnistia.
Il Partito del movimento nazionalista Mhp di Devlet Bahceli si era alleato con il Partito della giustizia e dello sviluppo Akp di Erdogan in vista della elezioni presidenziali e parlamentari di giugno scorso, una mossa che ha favorito l’elezione di Erdogan. Ma parlando ai membri del suo partito in Parlamento, Bahceli ha annunciato che l’intesa non verrà replicata alle elezioni locali del 31 marzo, che sceglieranno i sindaci in tutto il Paese, comprese le metropoli di Ankara e Istanbul.
La rottura arriva dopo che l’Mhp ha spinto l’Akp ad accogliere l’idea di un’amnistia di massa, soprattuto per criminali comuni ma anche per esponenti del crimine organizzato, accolta con freddezza dal partito di governo. “Nessuna alleanza può sopravvivere si uno dei due partiti è respinto e costretto a fare un passo indietro” ha detto Bahceli. “Non ha significato proseguire questo processo, che è diventato cronico”. “non abbiamo aspettative o intenzioni di alleanza nelle elezioni locali” ha aggiunto.
Se i due partiti hanno stretto formale alleanza ellettorale, l’Mhp non ha ministri nel governo e non ha allenza formale in parlamento con l’Akp, che non ha la maggioranza assoluta dei seggi. Tuttavia la mossa di Bahceli potrebbe comprometter la stragegia del partito di governo di prendersi i voti nazionalisti sottraendoli all’altra formazione nazionalista, il Partito buono dell’ex ministra Meral Aksener che si oppone apertamente a Erdogan.