Cronaca

Blindati in Uzbekistan

domenica 29 ottobre 2017 Eugenio Roscini Vitali/Analisi Difesa Foto: Nurol Makina/Analisi Difesa

ROMA - L’azienda turca Nurol Makina e l’industria automobilistica ukbeza UzAuto hanno sottoscritto ad Ankara un memorandum d’intesa (MoU) per la produzione in Uzbekistan di mille Ejder Yalçýn 4×4 “Dragon”.
La notizia, pubblicata dal quotidiano turco Hurriyet Daily News, precisa che l’accordo è stato raggiunto la settimana scorsa durante la visita del presidente uzbeko Shavkat Mirziyoyev in Turchia. Il Dragon è un blindato a trazione integrale permanente adatto ad ogni tipo di terreno; è prodotto nelle varianti 6×6 e 4×4 per il trasporto truppe (APC) o come veicolo da combattimento (IFV) e può essere configurato anche come unità di comando e controllo o come ambulanza, veicolo per la sorveglianza e sicurezza, mezzo per la difesa aerea e come blindato utilizzato nella ricerca e distruzione di esplosivi.
Trasporta fino ad 11 passeggeri e può superare pendenze massime longitudinali del 60% e trasversali del 30%; è in grado di oltrepassare ostacoli alti 50 centimetrim attraversare guadi profondi 110  e superare fossi larghi 110.  L’Ejder Yalçýn 4×4 pesa 14 tonnellate ed ha una capacità di trasporto di 4, è dotato di un motore da 375 hp di potenza che permettono un’accelerazione 0-40 km/h in 6 secondi e una velocità massima di 120 km/h.
Adattabile alle Joint/Combined & Multinational Operations, il Dragon è stato concepito per essere equipaggiato con diversi sistemi d’arma: torretta con sistema di controllo manuale o remato, mitragliatrice da 7.62 mm, mitragliatrice da 12.7 mm, cannone antiaereo da 25 mm o lanciagranate da 40 mm.
Dal punto di vista della sicurezza lo chassis garantisce una notevole resistenza alla minaccia balistica e vanta una serie di protezioni, da quella contro mine (fino a livello 4a 3b, Stanag 4569) a quella contro ordigni improvvisati (IED) ed esplosioni laterali. Il MoU prevede la commercializzazione a paesi terzi dei Dragon costruiti dalla UZauto. (IT log defence)