Tweets

Successo di una sfilata

3 aprile 2018 Serena Castrignano/Vogue.it Foto:

ISTANBUL - È stato lo Zorlu Performance Arts Center ad ospitare la Mercedes-Benz Fashion Week di Istanbul. Giunta all’undicesima edizione, anche per questa stagione ha avuto il sostegno della storica casa automobilistica, che ha contribuito a realizzare la manifestazione di moda più importante della Turchia.
32 brands ed altrettanti designers hanno presentato le collezioni per il prossimo Autunno/Inverno 2018 di fronte ad un pubblico di addetti ai lavori, giornalisti internazionali, insiders e appassionati, in una delle città più affascinanti del mondo.
Un crocevia di culture e tradizioni che la rende davvero unica, globale per molti, ed estesa in egual misura fra l’Europa e l’Asia. Una globalità che non può che influenzare le creazioni dei designers, che insieme all’organizzazione della Fashion Week, stanno lavorando per dare al settore moda una nuova spinta: dal “Made in Turkey” – il territorio vanta una delle maggiori produzioni ed esportazioni tessili al mondo – al “Design in Turkey”.
Globalità che si ritrova nelle collezioni che gli stilisti locali hanno portato in passerella, come Lug Von Siga e l’omaggio al Giappone e alla Turchia: un mix di culture che si fondono in stampe e dettagli, combinati alle silhouette caratteristiche del brand.
Collezione dedicata allo sportswear contemporaneo per Brand Who, brand nato nel 2012, e una fusione tra passato e presente per Urun, disegnata da Ece Kavran.
La caratteristica sfilata di Asli Filinta invece ci ha riportato alle origini della designers, nata e cresciuta in Turchia.
Nelle sue creazioni abbiamo visto quanto la cultura e la storia senza tempo del paese a metà fra Est ed Ovest sia una forte parte del suo background, nonostante gli studi e le esperienze extra confine.
Spazio anche alle nuovissime generazioni grazie a “New Gen”, la piattaforma che dà l’opportunità agli studenti laureandi dell’Istanbul Fashion Academy di presentare le collezioni durante la Settimana della Moda.
Le protagoniste di questa edizione sono state le creazioni di Þebnem Günay e Neslihan Çömez.
Un sostegno a 360 gradi che si riflette anche nell’obiettivo della Turkish Fashion Designers Association che si impegna in prima linea a supportare i designers locali grazie anche all’aiuto del Ministero dell’Economia.
Dove acquistare le collezioni dei designers locali? Sono due i place-to-be nel quartiere più chic di Istanbul, Niþantaþý. Gizia Gate, multibrand di ready-to-wear e accessori e Stories, nuovissimo spazio creato della designer Bahar Korcan, che dà possibilità ai creativi di esporre capsule collection create ad hoc in un piccolo appartamento-showroom.
Scoprite nella gallery tutti i look che hanno sfilato in passerella!