Turismo e viaggi

Spiagge e acque limpide

martedì 18 luglio 2018 siViaggia Foto: siViaggia

ISTANBUL - Le acque di Ölüdeniz sono sempre calme, anche durante le peggiori tempeste. Da qui il nome di questo piccolo villaggio, che letteralmente significa “Mar Morto” ma che è noto come Blue Lagoon, ovvero “Laguna Blu”, dal colore incredibile del mare che bagna la spiaggia, dalle sfumature che vanno dall’acquamarina al turchese, non ha nulla a che invidiare a quelle dei Caraibi. Qui l’acqua è così cristallina che le canoe sembrano volare sulla sua superficie trasparente e senza increspature.
Siamo in Provincia di Muðla, sulla Costa Turchese della Turchia sudoccidentale, dove si congiungono il Mar Egeo e il Mediterraneo. La spiaggia, con una baia sabbiosa che dà sulla laguna e una parte di ciottoli, è nascosta e riparata dal vento grazie alle montagne circostanti.
La laguna è una riserva naturale nazionale dove è proibito costruire. Questo è il luogo adatto per le immersioni e per lo snorkeling, grazie alle acque cristalline e ricche di grotte oltre che di fauna sottomarina.
Ma Ölüdeniz non è solo mare: non lontano c’è la “Valle delle Farfalle“, una riserva nazionale protetta con con più di 80 specie di questi lepidotteri. La località è anche uno dei posti migliori al mondo dove praticare parapendio. Il Babadag, la montagna da cui si parte, è alta 1900 metri e a picco sul mare, con una vista mozzafiato.