FLASH2

Europei: la Turchia proprio non c'è. Due pillole dal Galles

17 giugno 2021 Servizio ripreso da Ansa Foto: Ansa

BAKU - Con un gol per tempo il Galles supera la Turchia, interrompendo un'attesa lunga 40 anni, e rilancia le sue ambizioni a Euro 2020, al termine di una partita vinta con pieno merito. Perché i gallesi sono stati superiori per gran parte di una gara, che avrebbero potuto chiudere con largo anticipo se Gareth Bale non avesse sprecato malamente un rigore nella ripresa.
Costringendo così i tifosi gallesi ad un supplemento di palpitazioni, fino al gol del raddoppio, arrivato a tempo ampiamente scaduto. Troppo modesta, di contro, la prestazione della nazionale turca, sotto gli occhi del presidente Recep Tayyip Erdogan, e già con un piede fuori dall'Europeo dopo 180'. Migliore in campo, allo stadio Olimpico, Aaron Ramsey, rigenerato rispetto all'esordio opaco con la Svizzera, al pari di Bale. Fin dai primi minuti i due duettano a piacimento tra le maglie della difesa turca. Il piano tattico del Ct Rob Page prevede che l'attaccante del Real Madrid arretri per trovare spazio e propiziare gli inserimenti centrali del centrocampista della Juventus. Al 7'pt Raamsey, liberato in area da Bale, è bravo nel liberarsi con una finta del suo più immediato marcatore, Caglar Soyuncu, ma la sua conclusione viene deviata in angolo di Ugurcan Cakir. La Turchia sembra meno catatonica della squadra surclassata al debutto dall'Italia, e grazie anche al sostegno dei 20mila sugli spalti, cerca di replicare colpo su colpo. Ma la deviazione di Burak Yilmaz, su assist di Cengiz Under, è potente ma imprecisa. Ramsey è nel vivo del gioco, ma il suo errore sotto misura, sull'ennesimo assist del solito Bale, è imperdonabile. Ancor più perché sul corner successivo, battuto dalla Turchia, serve il salvataggio sulla linea di Joe Morrell per negare la rete del vantaggio a Kaan Ayhan. Allo scadere della prima frazione, però, ecco il riscatto dello juventino: nuovo assist col contagiri di Bale, solo in area, questa volta Ramsey trova l'incrocio vincente. Il vantaggio gallese viene legittimano nella ripresa, quando la squadra di Rob Page diventa padrone del campo, gestendo senza affanni il vantaggio. Anzi, dopo l'ennesimo tentativo di Ramsey, respinto da Cakir, è Bale ad avere l'occasione per chiudere anzitempo i conti. L'ex Tottenham si procura con astuzia un rigore, traendo in inganno Zeki Celic, ma dal dischetto calcia alle stelle, prolungando a 13 il suo digiuno in nazionale gol gol. Scampato il pericolo, la Turchia tenta timidamente di rendersi più intraprendente, ma è colossale l'errore sotto porta di Burak Yilmaz. Il caldo di Baku si fa sentire, e addormenta la partita: ci prova allora di testa Merih Demiral, ma è puntuale l'intervento di Danny Ward. Così nei minuti di recupero arriva anche la rete di Connor Roberts, sugli sviluppi di un'azione individuale di Bale.