FLASH2

Tennis: la croata Petra Martic vince il suo primo titolo ad Istanbul

30 aprile 2019 Servizio ripreso da Laura Guidobaldi/Ubi Tennis.co Foto: Uni Tennis.com

ISTANBUL - Petra Martic impone ancora tennis e personalità a Marketa Vondrousova. La 28enne croata, attuale n. 40 WTA, dopo aver vinto le tre precedenti partite con la ceca, conquista anche la vittoria in finale a Istanbul per 1-6 6-4 6-1 e mette in bacheca il primo titolo in carriera.
Niente da fare per la 19enne tennista ceca (n. 46 WTA) che, pur avendo dominato il primo set, ha perso progressivamente misure e testa, subendo così la rimonta della più esperta Petra.
Il primo set è un assolo di Vondrousova. Dal break in apertura, Marketa domina tutto il parziale, prendendo subito il largo sul 5-0. Martic rompe il ghiaccio mettendo a segno il suo primo game del match evitando così il bagel ma il destino del set è ormai segnato; Vondrusova che se lo aggiudica per 6-1. Estremamente efficaci le smorzate della ceca, molte delle quali vincenti, mentre la giocatrice croata si trova nell’impossibilità di conquistare i punti da fondo. La sua frustrazione è ben evidente nel momento in cui guadagna la panchina a fine parziale. Saprà però rifarsi.
Petra è infatti bravissima a risollevare le sorti dell’incontro e, paziente, tiene testa a Vondrousova – che nel frattempo comincia a vacillare -, annulla tre palle del 5-5 a favore dell’avversaria e chiude il secondo parziale per 6-4. Dopodiché il match cambia completamente volto. Ora a dominare è Martic, aiutata anche dalla sua avversaria che, alla fine, commetterà ben 37 errori – di cui 29 tra secondo e terzo set – a fronte dei 26 vincenti. Un minor numero di winner per la Martic (17) che, però, limiterà maggiormente i gratuiti (33).
È stata davvero una settimana incredibile“, ha raccontato Petra in un’intervista telefonica pubblicata sul portale della WTA dopo la partita. “Non posso credere di essere riuscita a rimontare questa partita, mi sentivo davvero senza speranze dopo il primo set nel quale ho commesso troppi errori. Poi ho cercato di trovare il mio ritmo per combattere nel secondo, ho rotto il ghiaccio e ho iniziato a crederci di più. Non ho avuto paura degli scambi lunghi e penso che questo abbia fatto la differenza. Vincere il primo titolo è incredibile, è il miglior giorno della mia carriera e mi darà fiducia in vista del resto della stagione. E magari ne vincerò un altro!“.
Viene da lontano Petra che, scesa al n. 662 più di due anni fa a causa di un infortunio alla schiena, è ripartita dall’Accademia di Schuttler e Waske per risalire in classifica. Nel gennaio 2019 ha raggiunto il best ranking salendo alla posizione n. 31. Il primo successo per la tennista di Spalato arriva alla terza finale in carriera, dopo quella di Kuala Lumpur nel 2017 e di Bucarest nel 2018. Prima della finale, ad avvalorare ulteriormente la vittoria della croata, Vondrousova aveva realizzato un percorso netto a Istanbul, senza perdere neanche un set. Al momento di vincere la 20esima partita stagionale, però, ha prevalso la fame di vittorie della 28enne di Spalato che da circa un anno si avvale della collaborazione dell’ex tennista polacca Sandra Zaniewska, addirittura più giovane di lei di un anno; l’attuale allenatrice di Martic ha giocato l’ultimo match ufficiale nel giugno 2017 a Ilkley, sconfitta da Bianca Andreescu.

Risultato:
P. Martic b. M. Vondrousova 1-6 6-4 6-1