FLASH2

Bimba britannica sviene mentre cammina e muore dopo qualche giorno

mercoledì 5 ottobre 2018 Perciballi Gennarino/blasting News Foto: blasting News

ISTANBUL - Una storia triste e dolorosa quella che viene dalla Turchia. Una bimba britannica di 4 anni, Mali James-Mitchell, era in vacanza con il padre, stava passeggiando, quando ha perso i sensi È accaduto tutto all'improvviso.
L'uomo ha trasportato immediatamente la figlioletta in ospedale, dove è spirata dopo diversi giorni. Meinir James, madre della minore, era rimasta in Galles ma quando ha appreso la drammatica notizia è accorsa subito in Turchia per vedere e sostenere la piccola. Un viaggio inutile, però. A stroncare Mali sarebbe stata una malformazione cardiaca congenita, disturbo mai diagnosticato in quanto i sintomi non si erano mai manifestati.
I medici turchi hanno permesso alla madre della bimba di stare accanto alla figlia per 30 minuti al giorno a causa della gravità delle condizioni della paziente. Il cuore della James-Mitchell ha smesso di battere qualche giorno dopo dal ricovero. Mali è stata uccisa da un arresto cardiaco. Solo oggi i genitori riescono a raccontare il dolore provato poco dopo la morte della bambina. La madre ha confessato che non riusciva più a dormire e, per un certo periodo, non usciva più di casa. Non è semplice adesso vivere per i genitori britannici, che sono tornati alla loro quotidianità con una cicatrice in più, una grande cicatrice. Meinier James ha deciso di svolgere attività sociali e filantropiche; a breve correrà alla Mezza Maratona di Cardiff, evento promosso in memoria di Mali.
I fondi raccolti verranno devoluti al Cardiac Risk in the Young, associazione solidaristica impegnata nella prevenzione delle morti per disturbi cardiaci nei bimbi.
Mali, secondo la mamma, era un bimba felice e in perfetta salute. Non aveva mai manifestato segni di malessere. In Turchia però è accaduto l'inimmaginabile. Meinir ha spiegato recentemente di aver vissuto 3 settimane di angoscia in Turchia, un periodo che avrebbe demolito lo spirito di qualunque genitore. Si stima che nel Regno Unito muoiano almeno 12 ragazzi a settimana per scompensi cardiaci non diagnosticati. Nell'80% dei casi non ci sono sintomi. "La cosa spaventosa è che non avevamo la minima idea che ciò potesse accadere", afferma oggi la mamma di Mali. I mesi successivi al dramma sono stati terribili per Meinir che, a un certo punto, si è detta: "Devo fare qualcosa". La madre di Mali oggi vuole evitare a tanti altri genitori l'angoscia e il dolore da lei vissuti.