FLASH2

Delegazione turca per conoscere il miele d'acacia, prodotto Dop varesino

17 aprile 2018 Luin@notizie Foto: luin@notizie

VARESE - Il miele varesino piace e le sue modalità produttive interessano perfino la Turchia, uno dei Paesi leader mondiali per il “nettare degli dei”.
Cogliendo l’occasione di “AgriVarese”, la rassegna che la scorsa domenica ha richiamato una gran folla ai Giardini Estensi e nelle vie del centro cittadino, una delegazione proveniente da Istanbul ha incontrato in questi giorni i vertici del “Consorzio Qualità Miele Varesino”, oltre ad aver visitato alcuni apicoltori del territorio.
A sottolineare l’attenzione con cui dalla Turchia si guarda a questa tipica produzione varesina, la presenza anche dei responsabili dell’Istituto di Ricerca sull’Apicoltura di Ordu, unico centro specializzato del paese euroasiatico con ben 34 tecnici ingegneri dedicati all’analisi e allo sviluppo del settore.
Un riconoscimento significativo per il prodotto varesino che ha un elevato grado di purezza dal punto di vista dell’origine del nettare: il miele d’acacia, cui è stato riconosciuto il marchio di qualità Dop, è infatti peculiarmente liquido e presenta un colore chiaro, da trasparente a giallo paglierino, con un odore leggero e delicato, privo di elementi marcati e un sapore molto dolce. L’aroma è delicato, confettato e vanigliato.
Considerando poi tutte le produzioni, oltre a questa stessa d’acacia con la Dop anche quella di castagno e il tipo millefiori, sono circa 550 mila i chilogrammi di miele ogni anno frutto dell’attività degli operatori varesini, per un valore commerciale che supera i 3 milioni di euro.