FLASH2

Ad Istanbul la costruzione della prima chiesa dai tempi della nascita della Repubblica

martedì 15 novembre 2017 Luca Di Marzo/ilGiornale Foto: BergamoPost

ROMA - La conferma è arrivata dal Vaticano, a mettere il sigillo su un progetto di cui si parla da tempo e che dovrebbe portare alla costruzione in Turchia della prima chiesa dalla nascita della Repubblica.
Già nel 2015 l'allora primo ministro Ahmet Davutoglu aveva annunciato la volontà di autorizzare un nuovo edificio di culto da destinare alla comunità ortodossa siriaca, che conta circa 25mila fedeli (18mila dei quali proprio a Istanbul), ora la costruzione è stata ribadita dall'ambasciatore vaticano Paul Russel, in visita alla municipalità di Bakýrköy.
Il progetto di costruzione della chiesa dedicata alla Vergine Maria vale più di un milione di euro. E se a parlarne si iniziò nel 2013, il tutto fu fermato da una questione legale, quando un prete della chiesa cattolica intentò una causa sostenendo che sarebbe stata costruita su un terreno - l'ex cimitero cattolico latino - che non apparteneva ai fedeli di culto siriaco.
Secondo la stampa turca un donazone di circa 200.000 euro per la costruzione del nuovo luogo di culto era già arrivata dalla città turca di Mardin, sito riconosciuto dall'Unesco e a lungo sede del patriarcato siriaco. Qui si trova anche il monastero di Mor Gabriel a Tur Abdin, il più antico al mondo.
La comunità, un tempo numerosa, è sopravvissuta a un genocidio e all'immigrazione e per questo il numero dei fedeli continua a scendere di anno in anno. Dal 2011 sono tuttavia circa 5mila i cristiani arrivati per fuggire dalla guerra che devasta la Siria.