Azerbaijan

L'importanza del Tanap

15 marzo 2018 Agenzia Nova Foto: AGC Communication

BAKU - Il progetto del gasdotto transanatolico (Tanap) rafforzerà le relazioni fra Azerbaigian e Turchia. Lo ha detto il presidente azero, Ilham Aliyev, durante un incontro con il Primo Ministro turco, Binali Yildirim, che ieri si trova in visita a Baku.
Il capo dello Stato ha osservato che le relazioni di amicizia e fratellanza turco-azera continueranno a svilupparsi con successo. A tal proposito, Aliyev ha affermato: "Le nostre relazioni politiche sono al picco più alto, con buoni risultati nella sfera economica". Aliyev ha aggiunto: "Il fatturato commerciale è aumentato lo scorso anno e la Turchia ha investito più di 10 miliardi di dollari in Azerbaigian". Secondo il presidente azero, questi dati cresceranno ancora. Aliyev ha poi ricordato che quest’anno si celebrerà l’entrata in funzione del Tanap. "È un progetto storico e la conclusione di un’opera di successo", ha detto il capo dello Stato di Baku.
Le forniture di gas alla Turchia tramite il gasdotto transanatolico (Tanap) partiranno il 30 giugno, secondo quanto comunicato lo scorso 16 febbraio da Gary Jones, presidente di Bp per l'Azerbaigian, la Georgia e la Turchia.
Come riportato dall'agenzia di stampa "Trend", il gas proverrà dal giacimento azero di Shah Deniz. "Bp per quest'anno ha un contratto per esportare due miliardi di metri cubi di gas in più. Inoltre, prevediamo che l'export cresca gradualmente di anno in anno", ha dichiarato Jones. Il gasdotto Tanap, che si snoda per 1850 chilometri, avrà una capacità iniziale di 16 miliardi di metri cubi di gas; circa sei di questi saranno destinati alla Turchia, mentre i restanti all'Europa. Dopo le prime forniture in Turchia nel 2018, il gas di Shah Deniz arriverà nel vecchio continente nella prima metà del 2020, tramite il gasdotto transadriatico (Tap). Gli azionisti del progetto Tanap sono le compagnie Socar (58 per cento), Botas (30 per cento) e Bp (12 per cento).