Azerbaijan

Siamo noi la fonte energetica

domenica 8 ottobre 2017 Sputnik Foto: Sputnik/AP Photo-Hussein Malla

BAKU - Il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev ha detto che in Europa la necessità di gas naturale aumenterà e l'Azerbaijan è l'unica fonte di energia per l'Europa.
"Lo sviluppo del settore energetico dell'Azerbaigian non finisce ai nostri confini. Per quanto riguarda la nostra sicurezza energetica, tutto il lavoro è stato fatto, siamo stati esportatori di petrolio, gas ed energia elettrica in diverse direzioni. Abbiamo sette tubi: in tre tubi viene trasportato petrolio, due vanno verso il Mar Nero, uno al Mar Mediterraneo. Il gas siamo in grado di trasportarlo in tutte le direzioni: Georgia, Turchia, Iran e Russia" ha detto Aliyev in un incontro con una delegazione del Comitato per la politica estera e di sicurezza dell'UE.
Secondo Aliyev, come riporta il suo ufficio stampa, l'ultimo, grande gasdotto si estende da Baku fino all'Italia e la sua costruzione è in corso.
"Abbiamo fatto tutto il lavoro necessario per creare una moderna infrastruttura di trasporto. Le nostre risorse sono note, il mercato stabile. Il più grande mercato per noi è quello dell'Europa, che avrà sempre più bisogno di gas. Sappiamo che in Europa l'esigenza di gas naturale aumenterà e l'Azerbaijan è l'unica nuova fonte di energia. Attualmente vengono utilizzate tutte le altre fonti di gas che riforniscono l'Europa.
L'Azerbaigian è una nuova fonte, si trova a breve distanza, le scorte sono grandi, c'è potenziale sufficiente per i prossimi decenni. Lavoriamo a stretto contatto con la commissione Europea. E' la terza volta che facciamo a inizio anno a Baku una riunione del consiglio Consultivo per il corridoio meridionale del gas. In queste riunioni sono presenti i vice-presidenti della commissione Europea" ha detto.
Il progetto del "Corridoio Meridionale del gas" prevede il trasporto di 10 miliardi di metri cubi di gas azero del mar Caspio attraverso la Georgia e la Turchia verso l'Europa. Nella fase iniziale la principale risorsa del corridoio sarà il gas prodotto dal settore Shah Deniz. In seguito al progetto possono essere collegati altre fonti. Secondo la Natural Gas Europe, il costo del corridoio sarà di circa 40 miliardi di dollari, di essi 9,3 miliardi di dollari andranno al progetto del tubo trans-anatolico, 6 miliardi di dollari per quello transadriatico, 23,8 miliardi di dollari per lo sviluppo di Shah Deniz e l'estensione del gasdotto.