Azerbaijan

Successo a tutti i costi

martedì 18 aprile 2018 Salvatore Azero/News F1.it Foto: News F1.it MotorOilStain

BAKU - Dopo l’uno-due Bahrein-Cina il Circus della F1 si ferma una settimana prima di affrontare la trasferta in Azerbaijan. Sul circuito cittadino di Baku si correrà dal 27 al 29 aprile la quarta tappa del mondiale 2018.
Giunto alla seconda edizione, il Gran Premio asiatico sarà il teatro dell’ennesimo capitolo della lotta tra Ferrari e Mercedes. Ci sarà però un terzo incomodo: la Red Bull di Ricciardo e Verstappen. Fresca del successo a Shanghai e vittoriosa qui nel 2017, la scuderia austriaca si pone come ago della bilancia fra le due grandi rivali.
Nella tappa cinese del mondiale è successo di tutto. Contatti, safety car, sorpassi ai box che hanno permesso a Ricciardo di ottenere il primo successo in stagione e che hanno rimescolato la classifica mondiale. Dopo tre gare e due vittorie è ancora Sebastian Vettel con la sua Ferrari a dominare la graduatoria con 54 punti con l’eterno rivale Hamilton staccato di 9 lunghezze. Sul terzo gradino del podio provvisorio l’altra Mercedes di Bottas a 40. Dietro di loro lo stesso Ricciardo a 37 e un buon Kimi Raikkonen a 30.
Il quarto appuntamento stagionale avrà come sfondo il circuito cittadino non permanente di Baku, capitale dell’Azerbaijan. Si corre per la seconda volta nella storia nella pista ideata da Hermann Tilke con lo scopo di valorizzare le bellezze della città: dal centro storico al lungomare, che ospita il lunghissimo rettilineo dei box (2,2 km), fino a toccare la sede del Palazzo del Governo. Il tracciato misura 6,003 Km e con le sue 20 curve è il secondo più lungo del mondiale dopo Spa. Il record della pista è stato realizzato lo scorso anno da Hamilton su Mercedes con il tempo di 1’40”593.
Si parte venerdì 27 aprile con le prime due sessioni di libere, alle 11:00 e alle 15.00. Sabato 28 Prove libere 3 alle 12:00 e qualifiche ufficiali alle 15:00. Domenica 29 aprile semaforo verde per la gara alle 14.10.
Sarà ancora una volta testa a testa tra i leader del Mondiale Vettel ed Hamilton, già indicati da BetStars come favoriti per la vittoria nella scorsa edizione? Oppure toccherà alle seconde guide Bottas e Raikkonen dare del filo da torcere ai propri capitani? E la Red Bull come si comporterà dopo la vittoria in Cina su un circuito che sembra favorevole alle sue caratteristiche?
La Ferrari ha dimostrato nelle prime tre gare notevoli passi avanti rispetto allo scorso anno. La SF71H sembra l’auto giusta per mettere in difficoltà le Mercedes, ha grande potenza e ottima trazione, gestisce bene le gomme. Tre miglioramenti che le hanno permesso di ridurre il gap con le Mercedes, soprattutto in qualifica. Una macchina che si sposa bene anche con le caratteristiche di guida di Raikkonen, apparso a suo agio come non capitava da tempo al volante della Rossa.
Attenzione però a non sottovalutare la potenza e le possibilità di miglioramento delle Frecce d’Argento. Nonostante l’avvio con tre gare senza successi (non capitava dal lontano 2013), Hamilton ha ridotto la distanza da Vettel in Cina ed è arrivato il sorpasso nella classifica costruttori. Restano però i dubbi su una monoposto annunciata come dominatrice della stagione e non ancora in grado di staccare gli inseguitori come nelle ultime edizioni del campionato. Riusciranno i meccanici a risolvere i problemi di bilanciamento emersi nei primi tre Gp in tempo per Baku?
In Cina ci si attendeva una risposta dalle Red Bull ed è puntualmente arrivata. Il sabato mattina del week end di Shangai era stato disastroso: ennesimo motore rotto per Ricciardo e nuovo stop al processo di crescita della RB14. La domenica è stata tutta un’altra storia. Daniel Ricciardo ha vinto la sua prima gara della stagione mostrando grande abilità nella gestione delle gomme e solo l’irruenza di Max Verstappen ha vanificato una possibile doppietta per la scuderia austriaca. Baku è pista amica: riuscirà Ricciardo a ripetere il successo dello scorso anno e a inserirsi nella lotta tra Hamilton e Vettel?
Quello che appare dal bilancio delle prime tre gare è che il campionato 2018 si preannuncia spettacolare ed equilibrato come non mai. La Ferrari ha colmato il gap di potenza con la Mercedes ed è di nuovo competitiva in qualifica. Le Red Bull hanno un gran passo gara e sono pronte ad approfittare di ogni piccolo errore dei rivali. Hamilton non ha ancora vinto ma è già secondo in classifica. Ottime notizie per gli appassionati di F1!