Zoom

La via della Seta, arte e artisti contemporanei

mercoledì 10 settembre 2021 Servizio ripreso da Ambasciata d'Italia ad Ankara Foto: TripAdvisor

ANKARA -L’Ambasciata d’Italia in Turchia porta ad Ankara una importante mostra di arte contemporanea italiana che rappresenta un ricco caleidoscopio di tendenze e tecniche artistiche di maestri affermati e giovani emergenti.
38 opere, 8 delle quali provenienti dalla Collezione del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, verranno esposte al Cermodern di Ankara a partire dal prossimo 18 settembre nell’ambito di una mostra internazionale itinerante che farà tappa in altri cinque Paesi lungo l’antica Via della Seta e dopo 30.000 km arriverà in Cina, a Xian, dove concluderà il suo percorso. Da qui il titolo della mostra: “La Via della Seta. Arte e artisti contemporanei dall’Italia”, anche ad indicare il contributo di nuove proposte che vengono portate, come un tempo, da un continente all’altro e attraverso il continente asiatico. Un percorso che ha fatto conoscere al mondo, in epoca antica ma ancora oggi, il genio italiano, trovando espressione nell’arte, ma anche nell’eccellenza delle produzioni e nell’avanguardia delle nostre idee.
Ideata dall’Istituto Garuzzo per le Arti Visive (IGAV) e realizzata grazie al contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, con il patrocinio del Ministero della Cultura, la mostra in Turchia è stata fortemente voluta dall’Ambasciatore d’Italia ad Ankara, Massimo Gaiani, che la inaugurerà il prossimo 23 settembre: “La Turchia è un Paese con cui l’Italia ha profondi legami culturali. Siamo entrambi Paesi mediterranei, culle di civiltà millenarie, centri di produzione artistica di primo livello. Basti tra tutti l’esempio dei pittori “orientalisti” italiani, per decenni apprezzatissimi alla corte dal Sultano. Oppure, in epoca più recente, i tanti architetti e scultori italiani che hanno contribuito alla bellezza di città come Istanbul, Izmir e Ankara”. 
Con le parole di Rosalba Garuzzo, Presidente dell’Istituto Garuzzo per le Arti Visive, “Siamo doppiamente felici, oggi che molto è raggiungibile solo virtualmente, di portare opere da ammirare dal vivo, e di promuovere artisti che vivono e lavorano in Italia e sanno raccontare un Paese che, consapevole di essere custode di bellezza ed estro, continua a creare, dare vita ed esportare cultura ed arte”. “Una speciale attenzione” - dice invece la curatrice, Angela Tecce - “è stata dedicata a mettere in luce sia il valore di artisti di fama consolidata sia le proposte dei giovani, per offrire al pubblico un panorama che desse conto della complessità e diversità delle tendenze più e meno recenti”.
‘La Via della Seta’ offre un sintetico panorama dell’arte contemporanea italiana dalla fine degli anni Sessanta ai giorni nostri e si propone di valorizzarne la straordinaria vitalità e, al tempo stesso, raccontarne la capacità di interagire con realtà e mondi lontani per divenire naturale strumento di dialogo. L’esposizione offre un panorama ampio dell’arte d’avanguardia in Italia a partire da maestri come Carla Accardi, Enrico Bay, Maria Lai, Michelangelo Pistoletto Jannis Kounellis, Mimmo Paladino, Ettore Spalletti, Giulio Paolini, Luigi Ontani, Emilio Isgró, comprendendo anche le sperimentazioni di giovani e giovanissimi artisti. Non mancano inoltre indiscussi maestri della fotografia italiana come Mimmo Jodice, Gabriele Basilico, Nino Migliori.
Sarà visitabile al Museo Cermodern di Ankara dal 18 settembre al 10 ottobre, nelle ore di apertura del Museo (dal lunedì al sabato, 10.00 – 19.00, chiuso la domenica).
Questo l’elenco degli artisti in Mostra: Carla Accardi, Marisa Albanese, Yuri Ancarani, Francesco Arena, Enrico Baj, Gabriele Basilico, Bianco-Valente, Alighiero Boetti, Diego Cibelli, Gianni Dessì, Pamela Diamante, Flavio Favelli, Eugenio Giliberti, Paolo Grassino, Emilio Isgrò, Mimmo Jodice, Francesco Jodice, Jannis Kounellis, Maria Lai, Luigi Mainolfi, Domenico Antonio Mancini, Umberto Manzo, Masbedo, Sabrina Mezzaqui, Marzia Migliora, Nino Migliori, Nunzio, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Perino&Vele, Michelangelo Pistoletto, Tamara Repetto, Pietro Ruffo, Ettore Spalletti, The Cool Couple, Eugenio Tibaldi, Fabio Viale.

Il Catalogo della Mostra è stato curato dall’Istituto Italiano di Cultura.

Per ulteriori informazioni: ankara.culturale@esteri.it
Ufficio Public Diplomacy – Ambasciata d’Italia ad Ankara

----------------------------------------------------
 

ANKARA - The Embassy of Italy in Turkey brings to Ankara an important exhibition of Italian contemporary art that represents a rich kaleidoscope of artistic trends and techniques of established masters and emerging young artists.
38 works, 8 of which come from the Collection of the Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation, will be exhibited at the CerModern in Ankara starting from next September 18th, as part of an international touring exhibition that will stop in five other countries along the ancient Silk Road and after 30,000 km it will arrive in China, in Xian, where it will end its journey. Hence the title of the exhibition: “The Silk Road. Contemporary art and artists from Italy ", also to highlight the contribution of new proposals that are brought, as in the past, from one continent to another and across the Asia. A path that made the Italian genius known to the world, in ancient times and still today, finding expression in art, but also in the excellence of production and in the avant-garde of our ideas.
Conceived by the Garuzzo Institute for Visual Arts (IGAV) and realized thanks to the contribution of the Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation, with the patronage of the Ministry of Culture, the exhibition in Turkey has been strongly wanted by the Ambassador of Italy to Ankara, Massimo Gaiani, who will inaugurate it on 23 September: “Turkey is a country with which Italy has deep cultural ties. We are both Mediterranean countries, cradles of millenary civilizations, centers of first level artistic production. Think alone to the Italian "Orientalist" painters, for decades highly appreciated at the court by the Sultan. Or, more recently, to the many Italian architects and sculptors who have contributed to create the beauty of cities like Istanbul, Izmir and Ankara ”.
In the words of Rosalba Garuzzo, President of the Garuzzo Institute for Visual Arts: "Nowadays, when much can only be reached virtually, we are happy twice, both to bring works to be visited in person, and also to promote artists who live and work in Italy and know how to communicate a country that, aware of being the guardian of beauty and inspiration, continues to create, to give life, to export culture and art". "A special attention" - says the curator, Angela Tecce - "was dedicated to highlighting both the value of well-known artists and the proposals of young artists, to offer the public a panorama that would take into account the complexity and diversity of more recent and less recent trends".
"The Silk Road" offers a brief panorama of Italian contemporary art from the end of the 1960s to the present day and aims to enhance its extraordinary vitality and, at the same time, to tell about its ability to interact with distant realities and worlds, to become natural tool for dialogue. The exhibition offers a broad panorama of avant-garde art in Italy starting with masters such as Carla Accardi, Enrico Bay, Maria Lai, Michelangelo Pistoletto Jannis Kounellis, Mimmo Paladino, Ettore Spalletti, Giulio Paolini, Luigi Ontani, Emilio Isgró, including also the experiments of young and very young artists. In addition, the works of undisputed masters of Italian photography such as Mimmo Jodice, Gabriele Basilico, Nino Migliori will take place in the exhibition.
It will be possible to visit the exhibition at the Cermodern Museum in Ankara from 18th September to 10th October, opening hours of the Museum (from Monday to Saturday, 10.00 - 19.00, closed on Sundays).
Here the complete list of the artists displayed: Carla Accardi, Marisa Albanese, Yuri Ancarani, Francesco Arena, Enrico Baj, Gabriele Basilico, Bianco-Valente, Alighiero Boetti, Diego Cibelli, Gianni Dessì, Pamela Diamante, Flavio Favelli, Eugenio Giliberti, Paolo Grassino, Emilio Isgrò, Mimmo Jodice, Francesco Jodice, Jannis Kounellis, Maria Lai, Luigi Mainolfi, Domenico Antonio Mancini, Umberto Manzo, Masbedo, Sabrina Mezzaqui, Marzia Migliora, Nino Migliori, Nunzio, Luigi Ontani, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Perino&Vele, Michelangelo Pistoletto, Tamara Repetto, Pietro Ruffo, Ettore Spalletti, The Cool Couple, Eugenio Tibaldi, Fabio Viale.

The exhibition catalog has been edited by the Istanbul Italian Cultural Institute.

For information: ankara.culturale@esteri.it
Public Diplomacy Office– The Embassy of Italy in Ankara