In Evidenza

Riaperta al culto la chiesta di Santo Stefano ad Istanbul

domenica 7 gennaio 2018 Agenzia Nova Foto:

ISTANBUL - ll presidente Turco Recep Tayyip Erdogan ed il premier bulgaro Bojko Borisov hanno partecipato oggi alla cerimonia di riapertura della Chiesa ortodossa di Santo Stefano ad Istanbul.
Il Primo Ministro turco Binali Yildirim, presente all’inaugurazione, ha definito la riapertura della chiesa "il miglior esempio" di tolleranza religiosa che la Turchia potesse esibire nei confronti delle altre confessioni religiose. “Spero che questo messaggio sia ascoltato e compreso correttamente”, ha aggiunto. Il primo ministro bulgaro Borisov, dal canto suo, ha riaffermato la necessità di intensificare gli sforzi per normalizzare le relazioni tra Turchia e l’Unione europea nel 2018.
La Bulgaria ha assunto la presidenza di turno del Consiglio dell'Ue a partire dallo scorso primo gennaio. Lo stesso Borisov, in un’intervista pubblicata ieri dall’agenzia di stampa turca “Anadolu”, si è detto grato alla Turchia per il sostegno accordato alla lotta contro l'immigrazione illegale.

___________________________

La chiesa bulgara di Santo Stefano fu costruita 120 anni fa nel 1898 ad Istanbul: E' unica al mondo per la sua struttura portante in ferro. Il tempio è in stile neogotico, di colore bianco, con base a forma di croce e con un'intelaiatura di ferro di 500 tonnellate, le cui parti prefabbricate furono importate dall'Austria sul Corno d'Oro, il quartiere storico a penisola che divide gli estuari del Bosforo e dell'Alibey. I restauri cominciarono nel 2011 e si stima siano costati 3.5 milioni di dollari. Erdogan ha detto che la chiesa "contribuisce alla bellezza e aella ricchezza di Istanbul".