Blob

Tessuto Denim

6 giugno 2019 Servizio ripreso da Adnkronos Foto: PR Newswire

MILANO - Collocatasi tra i cinque maggiori fornitori nei mercati internazionali, grazie alla sua capacità di soddisfare immediatamente le esigenze dei clienti e alla qualità e alla robustezza del design, la Turchia ha dimostrato ancora una volta la sua impressionante capacità alla fiera Denim Première Vision di Milano in Italia.
Alla fiera, che ha visto la partecipazione di 93 aziende di tutto il mondo, la Turchia si è classificata al primo posto tra i Paesi con il maggior numero di società partecipanti con 27 aziende.
Lavorando a pieno ritmo per orientare il settore verso l'export, l'Uludað Textile Exporters' Association (UTÝB) ha organizzato una partecipazione a livello nazionale alla fiera Denim Première Vision di Milano. Dichiarando che gli investimenti e i successivi sforzi compiuti nel corso degli anni '80 hanno aiutato la Turchia a diventare il quarto più grande fornitore di denim al mondo, il Presidente dell'UTÝB Pinar Taþdelen Engin ha dichiarato: "Ogni anno, forniamo supporto a un numero crescente di aziende per rafforzare ulteriormente la nostra presenza in questo mercato. Ci siamo classificati al primo posto tra i Paesi con il maggior numero di aziende partecipanti con 27 aziende. Al nostro stand UTÝB, abbiamo lavorato per soddisfare tutte le esigenze delle nostre aziende. Inoltre, abbiamo stampato dei cataloghi promozionali contenenti informazioni sulle aziende turche partecipanti alla fiera e li abbiamo distribuiti ai visitatori".
L'impatto del settore del denim turco sul mercato globale aumenta di anno in anno. Le nostre aziende, che attirano l'attenzione con le loro innovazioni nel settore, hanno dimostrato ancora una volta al mondo che la Turchia non ha rivali sia nel settore del tessuto denim che del ready-made con i suoi prodotti e design all'avanguardia. Sottolineando che, per molte aziende internazionali operanti nel settore del ready-made alla ricerca di opportunità produttive di qualità ed efficienti in termini di costi, era inevitabile preferire la Turchia, la quale serve anche un mercato, Pýnar Taþdelen Engin ha aggiunto anche:
"Questa impennata nel settore tessile è il risultato del successo delle aziende turche nel campo della produzione e del marketing e del vantaggio geografico dato dalla vicinanza all'Europa. Poiché la velocità di produzione è fondamentale, gli industriali che si sono adattati agli standard di capacità e qualità richiesti si sono distinti con facilità nella produzione e nell'esportazione. Tanto che la Turchia, che un tempo produceva design per marchi stranieri, è ora in grado di creare i propri marchi e di guidare la moda in denim globale con i suoi design e prodotti tecnologici. Nel 2018, siamo stati tra i Paesi di maggior successo nel settore delle esportazioni di denim e abbigliamento in denim". Con un volume di esportazioni di 338 milioni di USD, abbiamo raggiunto una quota di mercato del 7% nell'ambito delle esportazioni globali di tessuto denim per un totale di 4,91 miliardi di USD e del 4,5% nel settore del ready-made con 2,1 miliardi di USD, diventando così il quarto Paese con le maggiori esportazioni in entrambe le categorie".
La Turchia esporta il tessuto denim principalmente in Tunisia, Egitto, Italia, Marocco e Bangladesh. Sottolineando il fatto che la produzione si stava spostando verso est a causa dei costi e che le esportazioni verso questi Paesi hanno registrato un incremento, dato che la maggior parte delle aziende globali erano impegnate in operazioni di produzione in questi Paesi, Pýnar Taþdelen Engin ha dichiarato che Germania, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi e Danimarca erano in prima linea nelle esportazioni di abbigliamento in denim. La signora Taþdelen Engin ha sottolineato che la Turchia è chiaramente in grado di produrre abbigliamento in denim di alta qualità, considerando i primi cinque Paesi nei quali la Turchia ha esportato abbigliamento in denim.
Il Presidente dell'UTÝB Pýnar Taþdelen Engin ha dichiarato che la Cina, il Bangladesh e il Vietnam sono i principali mercati target per le esportazioni turche di tessuti denim in Estremo Oriente, l'Italia in Europa, il Messico e gli Stati Uniti nelle Americhe, la Tunisia e l'Egitto in Medio Oriente, aggiungendo che gli Stati Uniti, tutti gli Stati membri dell'UE, il Giappone e Hong Kong rappresentano mercati target prioritari nel settore del ready-made.