Blob

Per Danieli un nuovo ordine

martedì 17 aprile 2019 Servizio ripresa da Roberto Castellin/Milano Finan Foto: Milano Finanza

MILANO - Danieli & C.ha annunciato un nuovo ordine dalla Turchia. Si tratta di una nuova stazione di degasaggio sottovuoto che verrà installata nell'impianto di fusione della società Diler Demir Çelik a Dilovasi in Turchia.
L'impianto avrà un serbatoio mobile con un coperchio fisso e lifetable. La capacità di aspirazione sarà di 180.000 metri cubi e sarà assicurata da una pompa a secco meccanica a sei moduli e dalle tecnologie di controllo di processo della Danieli  Automation.
Un innovativo pacchetto tecnologico, denominato Q-AFS, fornirà il controllo automatico della produzione delle scorie durante il periodo di pump-down, con conseguente aumento della disponibilità e della produttività del degasatore. Già in precedenza la Danieli  aveva realizzato la modernizzazione di un altro impianto per la stessa società turca.
Secondo Mediobanca  Securities, che ha sul titolo Danieli  un giudizio outperform e un prezzo obiettivo a 21.3 euro (in borsa passa di mano a quota 17,96 euro, segnando un -0,22%), il momento resta positivo dal punto di vista degli ordini per la divisione plant making della società friulana. A febbraio la società aveva annunciato un nuovo ordine dalla Colombia per il sistema di raffreddamento Q-Smartec.
Pochi giorni prima Danieli  aveva annunciato una nuovo contratto per la costruzione di un impianto volto a fabbricare tubi per la produzione di petrolio e gas senza saldature in Russia. Mentre i primi di febbraio sempre Danieli  ha stretto una partnership con GFG Alliance per la progettazione e la costruzione di una nuova acciaieria ad alta tecnologia per rotaie e profilati presso lo stabilimento di Whyalla Steelworks in Australia.
Sempre a febbraio Valin Xiangtan ha commissionato al gruppo italiano una nuova macchina per la colata della billetta a cinque linee di colata per l'impianto cinese di Xiangtan. Danieli fornirà anche il sistema di controllo del processo di produzione. Questo è stato il terzo ordine commissionato da Valin Group a Danieli  negli ultimi 12 mesi.