Blob

L'Europa investe nella Turchia

mercoledì 1 marzo 2019 Servizio ripreso da FerrovieInfo Foto: FerrovieInfo

ANKARA - Il vicepresidente della Commissione europea, Jyrki Katainen, ha partecipato ieri, ad Ankara, a una conferenza stampa con Nihat Zeybekci, ministro degli Affari economici del Governo Erdoðan.
Durante il suo intervento, il vice di Juncker ha assicurato al Paese anatolico un "significativo contributo UE" al fine di munire la nazione al confine tra Europa e Asia di un "sistema dei trasporti efficiente e all'avanguardia".
Katainen ha dichiarato che Bruxelles accorderà alla Turchia uno stanziamento di "275 milioni di euro", destinati principalmente alla realizzazione, nel Paese asiatico, di una linea ferroviaria che colleghi Istanbul al confine bulgaro.
L'obbiettivo è quello di aumentare la cooperazione economica tra Turchia ed Unione Europea nonostante le loro difficili relazioni.
Il sostegno economico promesso da Katainen all'Esecutivo Erdoðan ha subito suscitato ovviamente malumori da parte di numerosi media occidentali e da parte dei movimenti "sovranisti"che però forse non tengono opportunamente in considerazione il fatto che, piaccia o non piaccia, la Turchia rappresenti da sempre un importante crocevia per gli scambi economici tra Asia ed Europa.
Politiche economiche e commerciali potrebbero essere un grimaldello per far virare il paese verso quei principi su cui si fonda l'Unione Europea che ancora nel paese sono molto in secondo piano.