Blob

Il Fiorino elettrico

5 febbraio 2019 Servizio ripreso da vaielettrico Foto: vai elettrico/Ime Car

ANTALYA - L’azienda si chiama ImeCar Elektronics (qui il sito), fondata e diretta da Mark Lander, un manager turco piuttosto attivo sui social (qui il profilo Linkedin).
Fondata nel 2004, è specializzata nella trasformazione in elettrico di modelli già esistenti. Soprattutto per aziende che vogliono rendere più sostenibili le loro flotte. E propone  tra l’altro un Fiorino  con un pacco-batterie LiFePO4 da 23 kWh, con un’autonomia dichiararata fino a 220 km. Tutta da verificare, dunque. Con un Active Thermal Management System realizzato dalla stessa ImeCar per assicurare un’ottimizzazione della resa anche con condizioni estreme di temperatura. Il motore elettrico annuncia una potenza massima di 56 kW (76 cavalli), con una velocità di punta di 150 km all’ora. E con una buona accelerazione, grazie ai 165 Nm di coppia massima. Il Fiorino ImeCar è predisposto per la ricarica rapida e può rifornire in mezz’ora. Con una normale presa da 220 V, occorrono invece otto ore. Non è indicato il prezzo.
Su LinkedIn Lander pubblica le foto dei Fiorino pronti per essere spediti alla clientela. Che sembra apprezzare, a giudicare dai commenti. A quando un veicolo commerciale come questo made in Torino? Qualche tempo fa si era parlato del progetto della Blutec (qui l’articolo) di produrre il Doblò in elettrico a Termini Imerese, in Sicilia. Ma al momento sembra tutto fermo.