Blob

Cooperazione trasporti

lunedì 27 novembre 2017 AnsaMed Foto: AnsaMed

BRUXELLES - UE e Turchia rilanciano la cooperazione sul settore dei trasporti, con l'auspicio da parte di Bruxelles di "costruire su questa agenda positiva" e da parte di Ankara che questa "contribuisca alle relazioni in senso ampio" tra le due regioni.
Bruxelles ed Ankara hanno infatti "concordato una roadmap per fare passi avanti concreti" nella cooperazione sui trasporti, ha annunciato la commissaria ai trasporti Violeta Bulc. Il ministro turco ai trasporti Ahmet Arslan, ricordando che la Turchia resta "Paese candidato all'ingresso nell'Ue", ha quindi auspicato "negoziati a livello tecnico" nel settore dei trasporti.
Tre le aree al centro del rafforzamento della cooperazione tra UE e Turchia, nell'ambito del Dialogo di alto livello sui trasporti. Primo, il trasporto ferroviario con le grandi reti transeuropee Ten-T, in particolare il progetto di linea ad alta velocità che consentirà di collegare l'UE all'Asia via Istanbul, che "ha un chiaro volare aggiunto europeo", ha sottolineato Bulc. Secondo, l'aviazione civile, con Bruxelles che "resta pienamente impegnata" a stringere un accordo quadro bilaterale che porterebbe a un aumento dei guadagni, un taglio dei costi per i biglietti aerei e la creazione di nuovi posti di lavoro.
"i negoziati in corso devono restare costruttivi come sono ora", l'intesa "sarebbe una situazione win-win per entrambi", ha sottolineato Arslan. Infine, la sicurezza stradale, con l'obiettivo 'zero morti' condiviso da Ankara. Arslan e Bulc a questo proposito hanno visionato insieme la domanda della Turchia per entrare in Tispol, ovvero la rete UE delle polizie stradali.