Blob

Cooperazione Turchia-Iraq

16 novembre 2017 Agenzia Nova Foto:

BAGHDAD - Iraq e Turchia intendono rafforzare ed incrementare la cooperazione bilaterale nel settore energetico e del petrolio. Lo riferisce il portavoce del ministero del Petrolio iracheno, Assem Jihad. Ankara e Baghdad intendono, inoltre, ripristinare rapidamente le esportazioni del petrolio iracheno attraverso il porto turco di Ceyhan, aggiunge il portavoce.
L’annuncio avviene in concomitanza con la visita di una delegazione del ministero dell’Energia turco a Baghdad, dove hanno incontrato omologhi iracheni e personale della compagnia nazionale petrolifera Somo. Al centro dei colloqui fra la delegazione turca e i rappresentanti iracheni una serie di questioni di interesse comune nel settore energetico. La ripresa delle esportazioni di petrolio iracheno dai giacimenti di Kirkuk attraverso il porto turco di Ceyhan è stato uno degli argomenti principali discusso dalle parti, riferisce Jihad. I colloqui sul ripristino delle esportazioni verso Ceyhan hanno riguardato gli ostacoli tecnici ed amministrativi presenti che saranno affrontati in un futuro incontro che avverrà in Turchia.
La delegazione irachena era formata dal sottosegretario del ministero dell’Energia, Hamed Younis, dal direttore generale della Somo, Alaa Yasiri, e dal altri dirigenti del settore. La parte turca era rappresentata dal sottosegretario del ministero dell’Energia di Ankara, Al Barsalan Berkdar, dal consigliere legale del ministero dell’Energia, dal direttore generale delle linee di trasmissione del petrolio e del gas, dal direttore generale di Botash e di Tabac.