Blob

Intervento della Banca Centrale

lunedì 6 novembre 2017 Milano Finanza Foto:

MILANO - La Banca centrale turca interviene per sostenere la stabilità finanziaria a causa della recente crisi della lira turca contro il dollaro. In una dichiarazione sul sito web, la Banca Centrale della Repubblica di Turchia ha annunciato di aver modificato il suo meccanismo di opzione sulle riserve, riducendo il limite massimo per il servizio di scambio in valuta estera al 55% dal 60% e riducendo tutte le tranche di 5 punti.
Una misura che dovrebbe determinare il ritiro di una liquidità di circa 5.3 miliardi di lire (circa 1.37 miliardi di dollari) dal mercato e fornire alle banche una liquidità di circa 1.4 miliardi di dollari, ha spiegato la banca centrale. Il meccanismo di opzioni delle riserve permette alle banche di scambiare i loro depositi in dollari, euro e oro in lira per soddisfare le esigenze di richieste in valuta.
"Nell'ultimo periodo, i mercati hanno assistito a formazioni di prezzi che non sono conformi ai fondamentali economici" hanno dichiarato i vertici della Banca centrale. L'Istituto, in un altro comunicato, ha dichiarato di aver fissato i tassi di cambio della lira rispetto al dollaro e all'euro per i rimborsi di riscatti di credito per i servizi di cambio in scadenza entro il 1 febbraio 2018. I pagamenti possono essere effettuati nella moneta nazionale a un tasso di 3,70 lire per dollaro, 4,30 per euro e 4,80 per sterlina, a condizione che siano pagati a scadenza