Flash

Liberato il corrispondente del Die Welt

mercoledì 16 febbraio 2018 Rai news

ISTANBUL - Rischia una pena tra i 4 e i 18 anni di carcere il corrispondente del quotidiano tedesco Die Welt, Deniz Yucel. Il giornalista è stato liberato oggi su cauzione dopo un anno e due giorni di detenzione trascorsi in un carcere in Turchia.
In tutto questo periodo il pubblico ministero non ha mai presentato i capi d'accusa, paradossalmente resi noti oggi con la richiesta di rinvio a giudizio, accettata dallo stesso giudice che ha sancito la liberazione condizionale del giornalista. Incitamento all'odio e propaganda a favore di organizzazione terroristica, queste le accuse per le quali rischia dai 4 ai 18 anni di detenzione. Yucel, di passaporto turco tedesco, era stato accusato di essere una spia per conto dei curdi del Pkk dallo stesso presidente turco Recep Tayyip Erdogan.
"Sono contenta che Denis Yucel e lo dico con cautela, sia a piede libero". Lo ha detto Angela Merkel che, commentando in conferenza stampa a Berlino col premier polacco l'annuncio del rilascio del reporter della Welt, ha affermato che il giornalista abbia lasciato la prigione.
"Voglio ringraziare tutti quelli che si sono impegnati per questo. Si vede che i colloqui non sono privi di utilità", ha detto citando poi anche la pressione della società civile in Germania.