Flash

Inacccettabile la pulizia etnica del Pyd

martedì 29 novembre 2017 Agenzia Nova

ANKARA - La “pulizia etnica” attuata in Siria dal Partito dell’unione democratica curda (Pyd) e dalle sue milizie, le Unità di protezione del popolo (Ypg), è “inaccettabile”.
Lo afferma il Consiglio di sicurezza nazionale turco in un comunicato diffuso al termine della riunione tenuta oggi ad Ankara, presieduta dal capo dello Stato, Recep Tayyip Erdogan. Ankara considera il Pyd e le Ypg come la fazione del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) in Siria. Da anni, il Pkk è impegnato in una lotta separatista contro la Turchia che, con l’Unione europea e gli Stati Uniti, considera il partito curdo un’organizzazione terroristica. Secondo il Consiglio di sicurezza nazionale turco, il “gruppo terroristico Pkk-Pyd-Ypg” sta effettuando una “pulizia etnica dissimulata, mutando la struttura demografica della Siria”.
Tale azione è “contraria al diritto internazionale e ai diritti umani e, pertanto, inaccettabile”, prosegue il comunicato. Il Consiglio di sicurezza nazionale aggiunge che la Turchia prenderà tutte le misure necessarie al confine con la Siria per garantire la sua sicurezza.