Attualità

Telefonata Conte-Erdogan. La lettera di Macron

mercoledì 15 gennaio 2021 Servizio ripresa da Ansa Foto: Ansa

ROMA - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha avuto oggi una conversazione telefonica con il presidente della Repubblica di Turchia, Recep Tayyip Erdogan.
 Lo si legge sul sito di Palazzo Chigi. Al centro del colloquio le priorità G20, la sfida pandemica e le questioni regionali, con particolare attenzione per la situazione nel Mediterraneo Orientale e la crisi libica. Sono stati inoltre affrontati i rapporti Ue-Turchia e le relazioni bilaterali.
Nel colloquio, secondo quanto riferisce la presidenza di Ankara, sono stati discussi i passi da compiere per un ulteriore sviluppo delle relazioni bilaterali. Erdogan ha auspicato in particolare di poter ospitare in Turchia il terzo vertice intergovernativo con l'Italia, appena la situazione pandemica lo renderà possibile, e ha ringraziato Roma per il sostegno nell'ambito dell'Ue. Nel colloquio sono inoltre state discusse le principali questioni regionali. Parlando del Mediterraneo orientale, Erdogan ha detto di ritenere che Roma possa contribuire a indirizzare Bruxelles verso un "approccio equo", mentre sulla Libia ha manifestato apprezzamento per la "cooperazione" di Roma con il governo di accordo nazionale di Tripoli di Fayez al-Sarraj.
In giornata il ministro degli Esteri di Ankara, Mevlut Cavusoglu aveva reso noto che il presidente francese Emmanuel Macron aveva inviato una lettera, in risposta a una precedente missiva di auguri di fine anno, al suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan, nell'ambito dei tentativi di normalizzare le relazioni bilaterali dopo le tensioni dei mesi scorsi e i duri attacchi personali diretti tra i due capi di stato. Secondo quanto riferito da Cavusoglu, nel messaggio Macron "esprime l'importanza della Turchia per l'Europa e la sua volontà di sviluppare relazioni positive e di incontrare in un prossimo futuro" l'omologo di Ankara.
"È una lettera molto positiva, con alcune parti in turco. Il nostro presidente l'ha ben accolta ed è d'accordo a incontrare Macron. Un primo colloquio potrebbe avvenire in videoconferenza", ha riferito Cavusoglu, spiegando che la road map per la normalizzazione individuata con il suo omologo di Parigi, Jean-Yves Le Drian, prevede quattro punti cardine: "relazioni bilaterali e consultazioni, lotta al terrorismo, questioni regionali, comprese Siria e Libia, e cooperazione nel settore educativo".