Attualità

Germania-Turchia: riavvicinamento a piccoli passi

lunedì 8 gennaio 2018 Ansa Foto: Ansa

BERLINO - I ministri degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, e quello tedesco, Sigmar Gabriel, si sono incontrati sabato in Germania dove hanno cercato di mitigare le tensioni politiche montate negli ultimi mesi e di ripartire con rapporti più amichevoli con Berlino e con il resto d'Europa, benché i due interlocutori abbiano rimarcato le differenze.
Gabriel ha accolto Cavusoglu nella sua città natale di Goslar. Venerdì il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha fatto visita al suo omologo francese, Emmanuel Macron, che lo ha bacchettato sul rispetto delle libertà individuali e dei diritti civili in Turchia, affermando che è ora di abbandonare ogni "ipocrisia" e di affermare che, allo stato attuale, non si registra "alcun progresso" verso l'ipotesi di adesione di Ankara all'Unione europea. I rapporti fra Turchia e Paesi dell'Ue sono divenuti sempre più complicati in seguito al tentato golpe del luglio 2016 e le colossali purghe che ne sono seguite. In diversi casi la Germania, dove vive una nutrita comunità turca, ha impedito a ministri di Ankara di tenere comizi in vista del referendum sul superpresidenzialismo.
Un elemento aggiuntivo di frizione fra Berlino e Ankara è anche la detenzione di varie persone di nazionalità turco-tedesca, come il giornalista di Die Welt Deniz Yucel, in carcere in Turchia con l'accusa di terrorismo con altri sette, arbitrariamente e per motivi politici, invece, secondo la Germania. Gabriel ha detto che qualche progresso su questo ostacolo è stato compiuto di recente, con il possibile rilascio di altri tedeschi. I due hanno quindi rilevato la necessità di compiere piccoli passi, come un miglioramento dei rapporti commerciali fra i due Paesi alleati nella Nato. "Non possiamo pretendere di trovarci d'accordo su ogni cosa immediatamente", ha dichiarato Gabriel. "Ci sono differenze di opinione, ma siano d'accordo nel continuare la nostra discussione in maniera aperta e nel rispetto reciproco". "Dobbiamo superare i problemi quali il rinnovo dell'accordo sull'unione doganale a beneficio di entrambe le parti", ha sottolineato da parte sua Cavusoglu.