Curiosità

Cibo per cani e gatti randagi in cambio di bottiglie di plastica

lunedì 30 dicembre 2019 Servizio ripreso da Dominella Trunfio grrenMe Foto: greeMe

ISTANBUL - A Istanbul se ricicli la plastica, dai cibo e acqua gratis ai randagi grazie a un sistema semplice che da un lato incentiva la raccolta differenziata e lo smaltimento di rifiuti, dall’altro aiuta gli amici a quattro zampe.
In molte zone della città, da tempo esistono delle macchine che sono sia dispenser di cibo per animali che deposito di bottiglie di plastica in attesa di riciclo. E l’esperimento sembra andare a gonfie vele. L’operazione è facile: quando qualcuno deposita le proprie bottiglie, viene rilasciato del cibo per cani e gatti randagi.
Secondo le statistiche a Istanbul ci sono oltre 150mila animali che vivono per strada e questo causa seri problemi di igiene pubblica e sicurezza, così diverse associazioni hanno fatto rete e creato questo sistema che per evitare una strage di cani e gatti.
Il tutto non ha alcun costo per i cittadini, mentre il cibo viene fornito direttamente dalla società di smaltimento rifiuti. Non è la prima volta che parliamo di Istanbul come città amica dei animali, nei giorni di gelo ad esempio alcuni centri commerciali aprono le loro porte per dare spazio a cani e gatti o ancor,a esiste un sistema gratuito, il Vetbus dove un equipe di veterinari cura gratuitamente gli animali di strada.
Questo piano si chiama, invece, Pugedon ed è della società JSC Yucesan che ha installato distributori nei parchi e nei giardini pubblici in un’ottica che incoraggia le persone a prendersi cura dei randagi, ma anche li educa a tutelare l’ambiente.Sempre per non sprecare nulla, prima del riciclo, le persone possono versare l’acqua residua dalle loro bottiglie negli abbeveratoi degli animali.
Ma non solo, la macchina funziona a energia solare e come dicevamo le crocchette vengono acquistate dalla società con i fondi ricavati dal deposito della plastica. In Italia per adesso abbiamo i distributori che riciclano la plastica e offrono ticket o buoni in cambio, un esempio è quello di Roma che ha già riciclato oltre 11mila bottiglie di plastica.