Cultura/Arte

Ankara chiede il rimpatrio delle spoglie di Nazim Hikmet

17 gennaio 2017 Stracio da Shadi Hamadi/Il Fatto Quotidiano Foto: ebook gratis.biz

TURCHIA - Riportare le spoglie del grande poeta turco Nazim Hikmet in Turchia.
E’ quanto ha proposto in Pparlamento il ministro della Giustizia di Ankara, Bekir Bozdag, in occasione del 115/mo anniversario della nascita di Hikmet, considerato fra i più grandi esponenti della letteratura turca, che morì in esilio a Mosca, nel 1963, a causa delle sue posizioni filo-comuniste.
Il Governo turco, ha proseguito Bozdag, sarebbe pronto a impegnarsi per riportare in patria le spoglie se ci fosse un consenso da parte della famiglia. La riabilitazione di Hikmet in patria da parte delle autorità è iniziata negli anni scorsi, anche con la restituzione nel 2009 della cittadinanza, di cui era stato privato nel 1951 per le sue posizioni politiche. Però i familiari del poeta, secondo il ministro della Giustizia, hanno tuttavia espresso la volontà che le sue spoglie restino a Mosca.