Cronaca

Attacco chimico: bare vuote per le vittime di Idlib

mercoledì 7 aprile 2017 R.it Foto: R.it/Afp

ISTANBUL - Centinaia di bare nere vuote. Su ognuna di loro la foto di una delle 86 vittime dell'attacco chimico avvenuto alcuni giorni fa nella provincia di Idlib, in Siria. Tra questi, come è noto, anche 27 bambini.
E' la protesta organizzata ad Ankara, in Turchia, contro il presidente siriano Bashar al-Assad e il leader russo Vladimir Putin, ritenuti responsabili del raid. "Assad Assassino". "Putin Assassino". Questo si legge in alcuni dei cartelli retti dai manifestanti. L'attacco chimico in Siria sta alla base della decisone del presidente Usa Trump di bombardare la base militare considerata responsabile del raid. Decisione giudicata positivamente dal premier turco Erdogan che ha commentato l'azione dicendo: "Salutiamo il fatto come positivo, ma crediamo che il regime di Assad debba essere punito complessivamente nell'arena internazionale"