Tweets

Fenerbahce campione

17 giugno 2017 Marco N obello/GazzaNet Foto: GazzaNet

ISTANBUL - Un vero e proprio dominio quello che il Fenerbahce ha dettato quest’anno in Turchia, altre parole per descrivere la stagione giocata da Datome e soci sarebbe superflua.
Dominio sia nei numeri che nei risultati basti pensare, infatti, che, tra Regular Season e Play-Off, i ragazzi di Obradovic non perdono dal lontano 4 dicembre 2016, quasi una vita fa sportivamente parlando. Da quella sconfitta, maturata contro il Tofas, i gialloblu hanno declinato, in ogni sua variante, il verbo vincere inanellando la striscia più lunga di imbattibilità mai scritta nel campionato turco con 30 referti rosa consecutivi! Quello di ieri sera, però, era il foglio più ambito e più voluto di tutti perché avrebbe aperto ai ragazzi in canotta giallo e blu le porte della leggenda; ora la squadra del Bosforo può vantare di essere l’unica squadra turca ad aver centrato in una sola annata il double campionato-EuroLega.
L’onore delle armi va concesso, d’altro canto, pure agli sconfitti, quel Besiktas che più volte è andato vicino ad interrompere la striscia di risultati utili consecutivi dei cugini, ma che alla fine dovrà accontentarsi della medaglia di argento ed il ricordo di una stagione straordinaria, che sarà il punto di partenza per la prossima annata. Il quarto ed ultimo episodio della serie non si discosta di un centimetro dai tre già messi in scena, con gli ospiti che provano fin da subito la fuga nel punteggio per cercare poi di amministrare il vantaggio accumulato ed i padroni di casa, invece, a rispondere colpo su colpo annullando ogni volta lo svantaggio.
Il canestro di Sloukas sul finire del primo quarto, regala ai viaggianti il loro massimo, nonché ultimo, vantaggio della partita nei 40 minuti regolamentari (19-24), visto che dal secondo quarto in poi inizia il monologo dei ragazzi di Sarica. Guidati dal duo Sipahi-Strawberry, i bianconeri giocano forse quella che è la loro miglior partita stagionale agguantando prima il pari a quota 30 e poi volando addirittura sul +5 all’intervallo lungo grazie al centro di Sanli (47-42). Gap che si dilata ulteriormente quando Roll mette a referto il suo nono punto (58-51), ma il Fener ha sette vite e non può essere sconfitto così facilmente. I liberi di Datome firmano il break di 8 a 3 in favore dei neo campioni dell’EuroLega che aggiorna le distanze ad un solo possesso (61-59), ci penserà il solito Sipahi con la tripla a mandare in archivio il quarto sul punteggio di 64-59. Nell’ultimo quarto i padroni di casa mettono in campo le ultime e residue forze rimaste in corpo; il canestro messo a segno da Strawberry vale addirittura il +14 a due minuti e mezzo dalla fine, ma purtroppo per i bianconeri è solo il canto del cigno.
Gli ultimi 150 secondi verranno ricordati come la definitiva consacrazione, qualora ce ne fosse davvero bisogno, di un talento cristallino come quello di Bogdan Bogdanovic, autore di 10 punti sui 15 totali che aiutano gli ospiti ad impattare il match e portarlo nuovamente ai supplementari (84-84). I 5 minuti di overtime sono combattuti fino al canestro del pareggio firmati Sipahi a quota 88 poi i ragazzi di Obradovic piazzano un break letale di 6-0 che di fatto chiude in anticipo la contesa. La conferma della riconquista del titolo risulta matematica quando Bogdanovic, ancora lui, converte il ventiduesimo ed il ventritreesimo punto del suo match dalla lunetta mettendo due possessi tra le sfidanti a soli 40 secondi dal termine. Scontata l’assegnazione del titolo di MVP sia del match che della serie con la guardia serba che risulta essere un vero e proprio fattore sui due lati del campo ed arma tattica imprescindibile per il suo allenatore. Oltre ai 23 punti messi a segno Bogdanovic raccoglie 3 rimbalzi e dispensa 9 assist finendo ad un passo da una clamorosa doppia doppia. In casa Fener comunque la doppia doppia arriva e porta la firma di Vesely autore di 26 punti, 11 rimbalzi e 35 di valutazione a cui poi vanno aggiunti i 14 punti di Dixon ed i 12 di Udoh. Per i padroni di casa come già detto i migliori sono gli esterni Sipahi e Strawberry con 22 e 20 punti rispettivamente a cui vanno sommati i 15 di Roll ed i 13 più 9 rimbalzi di Stimac.

Besiktas: Sipahi 22, Strawberry 20, Roll 15, Stimac 13, Clark 9, Weems 8, Sanli 4, Veyseloglu 3, Guler 0, Edge n.e., Karaman n.e., Senli n.e.
Fenerbahce: Vesely 26+11 rimbalzi, Bogdanovic 23, Dixon 14, Udoh 12, Kalinic 7, Duverioglu 6, Datome 4, Sloukas 2, Mahmutoglu 2, Arna 2, Ugurlu 0, Hersek 0.