FLASH2

Film porno al posto dell'invito alla preghiera: è accaduto a Kastamonu

lunedì 27 marzo 2017 Adnkronos Foto: Adnkronos

ISTANBUL - Gli altoparlanti dovrebbero diffondere l'invito alla preghiera. Invece, 'sparano' l'audio di un film porno. Gli abitanti del distretto di Kuzkeyent, nella città turca di Kastamonu, hanno vissuto momenti surreali nella notte di mercoledì.
Attorno all'una, il tradizionale invito alla preghiera diffuso dagli amplificatori installati in città è stato sostituito da suoni diversi e inconfondibili come l'audio di un film porno. Qualcuno non ha perso l'occasione per registrare e pubblicare su YouTube un documento condiviso decine di migliaia di volte. Il sindaco, Tahsin Babas, ha cercato di porre rimedio con un post pubblicato su Facebook.
"La provocazione amplificazione della nostra città, che è stata ascoltata in alcuni punti del distretto di Kuzkeyent, non ha nessun legame con la nostra istituzione. L'indispensabile processo legale verrà avviato il più presto possibile a carico dei responsabili di questo atto immorale, ci scusiamo con i nostri stimati concittadini", ha scritto. Sui social media, circola in particolare un'ipotesi. Alcuni dipendenti pubblici, impegnati nella visione di un film a luci rosse, sarebbero finiti nel mirino di qualche burlone, capace di 'invadere' la frequenza utilizzata per la trasmissione di messaggi alla città.