FLASH2

Aziende partecipate dallo Stato turco trasferite nel Fondo sovrano

mercoledì 17 febbraio 2017 Tribuna economica/Farnesina Foto:

ISTANBUL - Diventa operativo il Fondo sovrano turco “Türkiye Varlýk Fonu Yönetim A.Þ.”, creato lo scorso agosto. Il Governo ha infatti trasferito nel Fondo alcune delle maggiori aziende a partecipazione statale: Ziraat Bankasi, la Borsa di Istanbul, Botas, Tpao, Ptt, Turksat, Turk Telekomunikasyon (7%),
Eti Maden, Caykur, Turkish Airlines (49.12%) e Halkbank (51.11%). Sono inoltre stati nominati il Presidente e membri del board: Mehmet Bostan, ex Presidente di OIB, Yigit Bulut, consigliere economico del presidente Erdogan, Himmet Karadag, Presidente della Borsa di Istanbul, e gli accademici Kerem Alkin ed Oral Erdogan. Con il trasferimento delle società statali il valore attuale del fondo è salito a 31.3 miliardi di lire turche (circa 8 miliardi di dollari), con un target di accumulare beni per 200 miliardi di dollari. Tra gli obiettivi del fondo vi sono la crescita del Pil, la stabilità economica, il supporto alle società nazionali dell’industria della difesa, l’investimento in settori strategici come quello energetico, il finanziamento dei grandi progetti infrastrutturali del Paese, tra cui il Canale Istanbul, il terzo aeroporto di Istanbul, il Ponte di Çanakkale, le centrali nucleari e la linea ferroviaria ad alta velocità.