FLASH2

La Coopa del Mondi di Sci Alpinismo si trasferisce ad Erzincan in Turchia

mercoledì 10 febbraio 2017 Fondo Italiano Foto: Fondo Italiano

ROMA - Dopo le polemiche che hanno infiammato la tappa di Cambre d’Aze, la Coppa del Mondo di sci alpinismo riparte dalla Turchia, più precisamente da Erzincan, dove si disputeranno una gara individuale sabato e una sprint domenica.
Sarà l’ultima prova di Coppa del Mondo prima di trasferirsi in Italia per il Mondiale di Transcavallo, in programma dal 23 febbraio al 2 marzo.
Febbraio è il mese dei record per la Ismf perché gareggiare in Turchia ha rappresentato un successo della Federazione Internazionale e per molti atleti che avranno modo di scoprire nuovi orizzonti oltre le Alpi e i Pirenei.
“Ho già visitato questo paese con mio padre per sciare, ma è bello essere ora qui come atleta – ha affermato la francese Laetitia Roux – sono veramente felice. È importante per la Coppa del Mondo muoversi anche fuori dalle sue tradizionali destinazioni”. Anche l’ISMF si è dimostrata sulla stessa lunghezza d’onda. “La Turchia è la storica porta tra l’Europa e l’Asia, questo ha un significato speciale in un periodo molto delicato per la storia globale – ha affermato Marco Mosso – la Coppa del Mondo sta crescendo. Quest’anno abbiamo cinque paesi diversi che ospitano gare di Coppa del Mondo e la federazione è decisa a lavorare in due direzioni: da una parte vogliamo mantenere i luoghi e le montagne già conosciute dai nostri atleti; dall’altra crediamo nell’importanza di allargare il circuito a paesi come la Turchia e il mondo asiatico, dove l’interesse per lo sci alpinismo è in crescita".
Le gare si svolgeranno a 20 minuti di macchina da Erzincan nell’est dell’Anatolia. La città, con antiche origini e una struttura moderna, è coperta di manifesti e striscioni dedicati all’evento ed è distante meno di 200 chilometri da Erzurum, l’altra famosa zona sciistica del paese, dove nel weekend si disputerà l’Eyof “European Youth Olympic Festival”.
Il team tecnico dell’Ismfsi è messo all’opera insieme agli organizzatori nei passati quattro giorni per creare le migliori condizioni di pista possibili per gli atleti. Per quanto riguarda la gara individuale, ci saranno due sezioni a piedi che probabilmente faranno la differenza, essendoci diversi passaggi molto tecnici tra pietre e alberi.