Flash

Interscambio gennaio-aprile 2017

17 giugno 2017 Ambasciata d'Italia ad Ankara

ANKARA - Il confronto fra i primi quattro mesi del 2017 e il corrispondente periodo del 2016 mostra un incremento del deficit commerciale della Turchia con il resto del mondo del 7.1%, da 16.,4 miliardi di dollari a 17.5.
Le esportazioni sono aumentate dell’8.7% passando da 46.6 a 50.7 miliardi di dollari, mentre le importazioni hanno registrato una crescita maggiore pari all’8,3%, passando da 62.9 a 68.2 miliardi di dollari. Nel complesso l’interscambio totale ha registrato un aumento dell’8.5%, da 109.6 a 118.9 miliardi di dollari.
Nei confronti della UE - principale partner commerciale della Turchia con il 40.3% dell’interscambio totale - il deficit turco è diminuito del 50.93% passando da 2.428 milioni di dollari a 1.192 milioni. Le importazioni dalla UE sono calate da 24.8 a 24.6 miliardi di dollari (-0.98%), mentre le esportazioni verso la UE sono cresciute del 4.5%, passando da 22.4 a 23.4 miliardi di dollari. Complessivamente l’interscambio Turchia/UE è aumentato nel periodo considerato dell’1.6% attestandosi a 47.9 miliardi, rispetto ai 47.1 registrati nei primi quattro mesi del 2016. La graduatoria dei principali partner commerciali mostra al primo posto la Germania con 10.7 miliardi di dollari di interscambio (-6.1%); al secondo la Cina con 7.8 miliardi (-10.0%); e al terzo la Russia con 6,5 miliardi (+17.5%). L’Italia è il 4° partner commerciale con 6 miliardi di interscambio (+6.4%), di cui 3.2 miliardi di import (-1.8%) e 2.8 miliardi di export (+17.5%) e un saldo negativo per la Turchia di 360.2 milioni di dollari. Nel periodo in esame l’Italia si conferma quinto fornitore della Turchia dopo Cina, Germania, Russia e Stati Uniti e quinto cliente dopo Germania, Emirati Arabi e Iraq.