Attualità

Stato di emergenza e rimpasto

mercoledì 28 luglio 2017 Ambasciata di Italia ad Ankara Foto: La Stampa

ANKARA - Nei giorni scorsi Il Parlamento turco ha approvato per la quarta volta il prolungamento per altri 3 mesi dello stato d’emergenza. Inoltre, lo scorso 19 luglio, il Premier Binali Yildirim, a seguito delle consultazioni avute con il Presidente Erdogan, ha annunciato un rimpasto del Governo. A seguito del rimpasto, il 65mo Governo della Turchia è così composto:

Primo Ministro: Binali Yildirim
Vice Primo Ministro: Bekir Bozdag
Vice Primo Ministro: Mehmet Simsek
Vice Primo Ministro: Fikri Isik, in sostituzione di Yildirim Tugrul Turkes
Vice Primo Ministro: Recep Akdag, in sostituzione di Nurettin Canikli
Vice Primo Ministro: Hakan Cavusoglu, in sostituzione di Veysi Kaynak
Ministro della Giustizia: Abdulhamit Gul, in sostituzione di Bekir Bozdag, diventato Vice Primo Ministro
Ministro per la Famiglia e le Politiche Sociali: Fatma Betul Sayan Kaya
Ministro per gli Affari Europei e Capo Negoziatore per l’ingresso nell’Unione: Omer Celik
Ministro della Scienza, Tecnologia ed Industria: Faruk Ozlu
Ministro del Lavoro e della Sicurezza Sociale: Julide Sarieroglu, in sostituzione di Mehmet Muezzinoglu
Ministro dell’Ambiente e della Pianificazione Urbana: Mehmet Ozhaseki
Ministro degli Affari Esteri: Mevlut Cavusoglu
Ministo dell’Economia: Nihat Zeybekci
Ministro dell’Energia e delle Risorse Naturali: Berat Albayrak
Ministro della Gioventu’ e dello Sport: Osman Askin Bak, in sostituzione di Akif Cagatay Kilic
Ministro dell’Agricoltura e degli Affari Rurali: Ahmet Esref Fakibaba, in sostituzione di Faruk Celik
Ministro del Commercio e delle Dogane: Bulent Tufenkci
Ministro dell’Interno: Suleyman Soylu
Ministro dello Sviluppo: Lutfi Elvan
Ministro della Cultura e del Turismo: Numan Kurtulmus, in sostituzione di Nabi Avci
Ministro delle Finanze: Naci Agbal
Ministro della Pubblica Istruzione: Ismet Yilmaz Ministro della Difesa: Nurettin Canikli, in sostituzione di Fikri Isik, diventato Vice Primo Ministro
Ministro delle Foreste e delle Acque: Veysel Eroglu
Ministro della Salute: Ahmet Demircan, in sostituzione di Recep Akdag
Ministro dei Trasporti, degli Affari marittimi e della Comunicazione: Ahmet Arslan