Attualità

La Turchia di Erdogan si schiera con il Qatar

8 giugno 2017 Agenzia Nova Foto: Venture Onsite.com

ISTANBUL - La Turchia si è espressa con convinzione a sostegno del Qatar mercoledì, dopo che questa settimana il piccolo Emirato del Golfo Persico è stato isolato sul piano diplomatico e commerciale dagli Stati vicini per il suo sostegno ai Fratelli musulmani e il suo dialogo con l'Iran.
Il Parlamento turco, riferisce il "New York Times", ha approvato ieri, durante una sessione notturna straordinaria, un disegno di legge che autorizza l'Esercito del paese a condurre esercitazioni congiunte con quelle qatarine, e la gendarmeria turca ad addestrare quella dell'Emirato. Il provvedimento autorizza anche la Turchia a inviare più truppe nel Qatar, dove Ankara ha già stabilito una base e un contingente di 150 uomini. Il voto del parlamento turco è stato preceduto da un discorso pubblico del presidente Recep Tayyip Erdogan, che ha criticato apertamente Arabia saudita, Emirati Arabi, Bahrein, Egitto, Yemen e Giordania per aver troncato le relazioni con l'Emirato.
"Voglio chiarire che disapproviamo le sanzioni al Qatar", ha detto Erdogan; Ankara si era inizialmente proposta come mediatrice lunedì, dopo la mossa a sorpresa di Riad e dei paesi vicini contro il Qatar; la posizione della Turchia, però, si è indurita nelle ultime ore, dopo una serie di conversazioni telefoniche apparentemente inconcludenti tra Erdogan e i leader di Qatar, Arabia Saudita, Russia e Kuwait, il cui emiro si è proposto a sua volta come mediatore. Mercoledì Erdogan ha incontrato ad Ankara il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif, un altro segnale della frattura tra il Paese e il fronte sunnita guidato dall'Arabia Saudita.
Secondo Galip Dalay, del think thank Al Sharq Forum, la Turchia "non vuole essere gettata in questa crisi e doversi schierare, ma d'altro canto teme che se il Qatar dovesse soccombere alle pressioni, finirebbe inevitabilmente per riconsiderare le sue relazioni con la Turchia". La Turchia, scrive il "New York Times", è già relativamente isolata nella regione, e teme di perdere con il Qatar uno dei suoi pochi alleati convinti nell'area mediorientale.