Notiziario d'ambasciata

Notiziario d'ambasciata N. 1

   NOTIZIARIO D'AMBASCIATA

Lunedì, Gennaio 19, 2015  N. 1
ANKARA - Ambasciata d'Italia
01/01 - 16/01/2015

Il tasso di disoccupazione in Turchia ancora a doppia cifra - Il tasso di disoccupazione in Turchia si è confermato a doppia cifra anche nell’ottobre 2014, a causa del clima economico sfavorevole. Il tasso di ottobre è diminuito a 10.4% (-0,1%) rispetto al mese precedente secondo i dati pubblicati a gennaio 2015 dall’ente statistico turco (Türkstat) . La disoccupazione totale, escluso il settore agricolo, è cresciuta al 12.5% ad ottobre 2014, rispetto all’11,9% dell’anno precedente. “Il numero di persone disoccupate sopra i 15 anni ha raggiunto i 3.04 milioni a ottobre 2014. Il tasso complessivo di disoccupazione si attesta al 10.4%” secondo quanto riportato sul sito di Türkstat. La disoccupazione giovanile, per il gruppo di età tra i 15 e i 19 anni, è vicina al 20%.

In aumento l’export delle auto dalla Turchia verso l’Europa - Secondo i dati dell’Assemblea degli esportatori turchi, le esportazioni del settore automobilistico della Turchia hanno raggiunto 20,4 miliardi di dollari tra gennaio e novembre 2014, con il 75% dell’export destinato ai mercati europei. I mercati dell’UE nel 2013 assorbivano il 69% dell’export di automobili provenienti dalla Turchia. Le esportazioni di auto sono aumentate del 4.8% rispetto ai primi undici mesi del 2013, anno in cui l’industria automobilistica turca aveva guadagnato 21.5 miliardi di dollari dalle sole esportazioni. La Turchia investe nelle centrali a carbone
Secondo quanto affermato dal ministro dell’energia Taner Yildiz, la Turchia farà nella provincia meridionale di Kahramanmaras uno dei maggiori investimenti in campo energetico. “Abbiamo investito 1.3 miliardi di dollari nella centrale termica di Kahramanmaras Afsin-Elbistan, che ospita uno dei più ricchi giacimenti di carbone della Turchia nella parte sud-orientale del Paese. Il giacimento venne aperto 30-35 anni fa ed è il momento di aggiornarlo con la costruzione di nuove unità,” ha dichiarato il ministro, aggiungendo che in quattro anni il Governo turco investirà 3.6 miliardi di dollari nella provincia.

 La Bist (Borsa Istanbul) tra le prime 5 borse valori al mondo - La Borsa Valori della Turchia, Borsa Istanbul, si è posizionata tra le cinque borse più performanti al mondo nel 2014, grazie ai rendimenti che hanno permesso agli investitori di guadagnare, in media, il 26.34% sul capitale. Verso fine anno, l’indice della Bist ha superato 87.000 punti. Al primo posto di questa graduatoria troviamo la Borsa Valori argentina, Buenos Aires Merval Index (rendimento medio 59,13%), al secondo posto la borsa cinese (52.87%), quindi la borsa egiziana, Egx30 (31.6%) e al quarto la borsa indiana Sensex (29.93%). Il numero di turisti stranieri in Turchia in lieve aumento a novembre 2014 - Secondo i dati pubblicati dalla direzione della Sicurezza Generale, i visitatori stranieri in Turchia sono aumentati dell’1.19% a novembre 2014, raggiungendo 1.729.803, rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. Durante il periodo gennaio-novembre, il numero di visitatori stranieri è aumentato del 5.35% rispetto allo stesso periodo all’anno precedente, per un totale di 35.257.857 presenze. Istanbul è stata la principale destinazione del turismo straniero (48.86% degli ingressi), seguita da Antalya (15.08%). L’interscambio commerciale della Turchia a novembre 2014 - Il confronto fra i primi undici mesi dell’anno ed i primi undici mesi del 2013 conferma il trend discendente del debito commerciale della Turchia con il mondo, che è diminuito nel periodo considerato del 15.5%. Da 89.894 miliardi di USD è difatti passato a 75.965 miliardi di dollari americani. L’export è aumentato del 4.2% (passando da 138.6 a 144.49 miliardi di USD), mentre l’import è diminuito del 3.5% passando da 228.5 a 220.4 miliardi di dollari. L’interscambio totale è diminuito dello -0.6% (da 367.1 a 364.9 miliardi di dollari). Anche nei confronti della UE, il maggior partner commerciale della Turchia, che continua a rappresentare il 39,4% dell’interscambio totale del paese, il deficit turco è diminuito, passando da 26 a 17.4 miliardi di USD (con una variazione del -33,9%). La graduatoria dei migliori partner commerciali mostra l’Italia al quarto posto, con 17,5 miliardi di interscambio totale, -1.8% rispetto a novembre 2013, di cui 11 miliardi di import (-6.3%) e 6.5 miliardi di export (+6.8%) ed un saldo negativo per la Turchia di -4.4 miliardi di USD. Al primo posto si conferma la Germania con 34 miliardi di interscambio (-0.2% rispetto allo stesso periodo del 2013), con 20,1 miliardi di import e 13.9 miliardi di export ed un saldo negativo per la Turchia di -6.1 miliardi di USD; al secondo posto la Russia, con 28.6 miliardi di interscambio (-1.3%), di cui 23.1miliardi di import e 5,5 miliardi di export ed un saldo negativo per la Turchia di -17.6 miliardi di dollari; al terzo posto la Cina, con un interscambio complessivo pari a 25.2 miliardi di USD (-2.3%), con 22.6 miliardi di import e 2.6 miliardi di export ed un saldo negativo per la Turchia di -19.9 miliardi di dollari. I prodotti più esportati dalla Turchia sono stati autoveicoli, trattori e parti di ricambio, per un valore che ha raggiunto i 16.5 miliardi di dollari (+6.6% rispetto a novembre 2013); seguono macchinari ed apparecchiature meccaniche per un valore di 12.4 miliardi (5.3% in più rispetto al periodo di riferimento). Prodotti per abbigliamento ed accessori sono al terzo posto con un livello di esportazioni che è arrivato a 9,3 miliardi di dollari (+9,9%), seguono macchinari di precisione ed attrezzature elettriche ed elettroniche per un valore di 8.7 miliardi di USD (1.7%), e ferro ed acciaio con 8,4 miliardi (-6.6%). I prodotti più importati sono stati: combustibili minerali, oli minerali per un valore di 50.5 miliardi di dollari (-0.3%); macchinari ed apparecchiature meccaniche per un valore di 25.2 miliardi (-6.6%); ferro ed acciaio per un valore di 16.1 miliardi di dollari (-4.4%); macchinari di precisione ed attrezzature elettriche ed elettroniche per un valore di 16.2 (+0.8%); autoveicoli, trattori e parti di ricambio per un valore 13.9 miliardi di dollari (-8.1%). Gli investimenti diretti esteri in Turchia aumentano del 4,7% - Gli investimenti diretti esteri (IDE) in Turchia sono aumentati nei primi dieci mesi dell’anno del 4.7%, raggiungendo i 9.79 miliardi di dollari, secondo i dati del .inistro dell’Economia turco. Il settore manifatturiero, con quasi 1 miliardo di dollari in più del 2013, ha tratto il maggior beneficio dal capitale estero con 2.3 miliardi di dollari totali, mentre le banche e le relative istituzioni finanziarie seguono con 1.33 miliardi di dollari. I settori dell’elettricità, del gas e dell’acqua hanno visto un investimento diretto estero di oltre 1 miliardo di dollari nei primi dieci mesi. Il 62% degli investimenti esteri proviene dall’Unione europea. Fra i paesi che hanno maggiormente investito risultano Olanda (1.9 miliardi di dollari), Regno Unito (852 milioni), Germania (448 milioni), Paesi del Golfo (400 milioni) e Usa (164 milioni). Il totale del disavanzo delle partite correnti della Turchia durante il 2014 nel periodo gennaio-ottobre si è ridotto di quasi il 40% anno su anno, secondo la Banca Centrale turca. Il totale del disavanzo delle partite correnti nel periodo gennaio-ottobre 2014 è diminuito a 33.1 miliardi di dollari evidenziando un calo di 19.3 miliardi di dollari rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tanap invita 9 imprese a una gara d’appalto - Nove imprese saranno invitate a una gara d’appalto da avviare per il controllo di supervisione e acquisizione dati (Scada) e di telecomunicazione, ingegneria, acquisto e costruzione (Epc) per il gasdotto Tanap. Gli appalti Scada e Epc copriranno una conduttura di 1850 kilometri che attraverserà il paese. Le imprese invitate alla gara preliminare di qualificazione sono <ABB Limited>, <Akkord Industry Construction-Cobra Group>, <Alcatel-Lucent Teletaþ Telekomünikasyon A.Þ.>, <Havelsan-Milens Ýletiþim Ýnþaat A.Þ.>, <Honeywell>, <Otf Contracting Co. Ltd.>, <Prizma Grup-Thales Italia>, <Telvent USA-Telvent Energia> e <Uskom Komünikasyon Sistemleri-Siemens>. Il progetto TanapP porterà il gas naturale estratto da Shah Deniz-2 in Azerbaijan attraverso la Turchia in l’Europa. Istanbul Monorail Project bid set to begin in February - Istanbul Metropolitan Municipality has annouced the start date of the tender bids for the Tuzla Monorail Project. The Municipality’s Transportation Planning Department has annouced that the bids will begin on February 2, 2015. The monorail project will start its construction in Tuzla district of Istanbul, in the Anatolian side. The municipality aims to serve at least 40,000 passengers daily with its implementation.

<BOTAÞ>, Natural Gas Pipelines Scada System Renewal and Back-Up Tender - General Directorate of Petroleum Pipeline Corp (Botas) announced a tender for the Renewal and Back-up works of the Scada system of Natural Gas pipelines. The tender has been published in the public procurement bulletin with registration no:2014/177254. Companies interested can see or obtain tender documents from: <Botas> General Directorate, Engineering & Contracts Department, Bilkent Plaza Bldg, A-1, 6th floor, 06800 Bilkent Ankara, in return for 250 TL. Deadline for bids is set as 6 February 2015. Aygm, Sabiha Gökçen Airport Railway Connection Project - Ministry of Transportation Maritime Affairs and Communication, General Directorate of Infrastructure Investments is planning to issue a tender for the engineering and consultancy services for the railway connection of Sabiha Gökçen Airport. Tender Specifications have been completed and the pre-qualification announcement is expected to be made in the first months of 2015 upon the announcement of the new years investment program. Indicatori Macroeconomici
Pil - Nel terzo trimestre del 2014 il tasso di crescita del Pil è stato pari al 1.7% (2.1% nel secondo trimestre). Nel 2013, il tasso di crescita del Pil è stato pari al 4%, in aumento rispetto al 2.2% del 2012.
Inflazione - Nel mese di dicembre 2014, l’inflazione relativa ai beni al consumo in Turchia è cresciuta del 8.17% su base annua. Nel 2013, l’inflazione relativa ai beni al consumo in Turchia è stata pari al 7.4%.
Interscambio con l’Italia - Nel mese di novembre, l’Italia si è collocata al quarto posto con 17.5 miliardi di interscambio totale di cui 11 miliardi di import (-6.3%) e 6.5 miliardi di export (+6.8%). Nel periodo, l’Italia si conferma quinto fornitore (dietro Russia, Cina, Germania e Stati Uniti) e quarto cliente (dopo Germania, Iraq e Regno Unito). Nel 2013 l’Italia si era posizionata al quarto posto nella graduatoria dei Paesi partner della Turchia, dopo Germania, Russia e Cina, con un interscambio pari a 19.6 miliardi di dollari. Borsa di Istanbul
Borsa di Istanbul (BIST-100) 87.582 al 16 gennaio 2015
Cambio al 16 gennaio 2015
1 Euro = 2,6937 TL
1 Dollaro = 2,323 TL Cronache Economiche
A cura di: Filippo Manara
Redazione: Duygu Toprak
In collaborazione con: Ice Agenzia
Ufficio Istanbul
Per info: commerciale.ambankara@esteri.it